Biopsia cervicale

0
4

Cos’è una biopsia cervicale?

Una biopsia cervicale è una procedura chirurgica in cui una piccola quantità di tessuto viene rimossa dalla cervice. La cervice è l’estremità inferiore e stretta dell’utero situata all’estremità della vagina.

Una biopsia cervicale viene solitamente eseguita dopo che è stata riscontrata un’anomalia durante un esame pelvico di routine o un Pap test. Le anomalie possono includere la presenza del papillomavirus umano (HPV) o di cellule precancerose. Alcuni tipi di HPV possono metterti a rischio di sviluppare il cancro cervicale.

Una biopsia cervicale può trovare cellule precancerose e cancro cervicale. Il medico o il ginecologo può anche eseguire una biopsia cervicale per diagnosticare o trattare determinate condizioni, comprese le verruche genitali o i polipi (escrescenze non cancerose) sulla cervice.

Tipi di biopsie cervicali

Vengono utilizzati tre diversi metodi per rimuovere il tessuto dalla cervice:

  • Biopsia con punch: in questo metodo, piccoli pezzi di tessuto vengono prelevati dalla cervice con uno strumento chiamato “pinza da biopsia”. La tua cervice potrebbe essere macchiata con una tintura per rendere più facile per il tuo medico vedere eventuali anomalie.
  • Biopsia conica: questo intervento chirurgico utilizza un bisturi o un laser per rimuovere pezzi di tessuto di grandi dimensioni a forma di cono dalla cervice. Ti verrà somministrato un anestetico generale che ti farà addormentare.
  • Curettage endocervicale (ECC): durante questa procedura, le cellule vengono rimosse dal canale endocervicale (l’area tra l’utero e la vagina). Questo viene fatto con uno strumento portatile chiamato “curette”. Ha una punta a forma di piccola paletta o gancio.

Il tipo di procedura utilizzata dipenderà dal motivo della biopsia e dalla tua storia medica.

Come prepararsi per una biopsia cervicale

Pianifica la biopsia cervicale per la settimana successiva al ciclo. In questo modo sarà più facile per il medico ottenere un campione pulito. Dovresti anche assicurarti di discutere di eventuali farmaci che prendi con il tuo medico.

Potrebbe esserti chiesto di interrompere l’assunzione di farmaci che potrebbero aumentare il rischio di sanguinamento, come:

  • aspirina
  • ibuprofene
  • naprossene
  • warfarin

Evita di usare tamponi, lavande vaginali o creme vaginali medicate per almeno 24 ore prima della biopsia. Dovresti anche evitare di avere rapporti sessuali durante questo periodo.

Se stai subendo una biopsia del cono o un altro tipo di biopsia cervicale che richiede un anestetico generale, dovrai smettere di mangiare almeno otto ore prima della procedura.

Il giorno dell’appuntamento, il medico potrebbe suggerirti di prendere paracetamolo (come Tylenol) o un altro analgesico prima di venire nel loro ufficio. Potresti avvertire un leggero sanguinamento dopo la procedura, quindi dovresti mettere in valigia degli assorbenti femminili. È anche una buona idea portare con sé un familiare o un amico in modo che possano accompagnarti a casa, soprattutto se ti viene somministrata l’anestesia generale. L’anestesia generale può provocare sonnolenza dopo la procedura, quindi non dovresti guidare fino a quando gli effetti non sono svaniti.

Cosa aspettarsi durante una biopsia cervicale

L’appuntamento inizierà come un normale esame pelvico. Ti sdraierai su un lettino da visita con i piedi nelle staffe. Quindi il medico ti darà un anestetico locale per intorpidire l’area. Se stai subendo una biopsia del cono, ti verrà somministrato un anestetico generale che ti farà addormentare.

Il medico inserirà quindi uno speculum (uno strumento medico) nella vagina per mantenere il canale aperto durante la procedura. La cervice viene prima lavata con una soluzione di aceto e acqua. Questo processo di pulizia può bruciare un po ‘, ma non dovrebbe essere doloroso. La cervice può anche essere tamponata con iodio. Questo è chiamato test di Schiller e viene utilizzato per aiutare il medico a identificare eventuali tessuti anormali.

Il medico rimuoverà i tessuti anormali con una pinza, un bisturi o una curette. Potresti provare una leggera sensazione di pizzicamento se il tessuto viene rimosso usando una pinza.

Al termine della biopsia, il medico può riempire la cervice con materiale assorbente per ridurre la quantità di sanguinamento che si verifica. Non tutte le biopsie lo richiedono.

Recupero da una biopsia cervicale

Le biopsie con punch sono procedure ambulatoriali, il che significa che puoi tornare a casa subito dopo l’intervento. Altre procedure potrebbero richiedere di rimanere in ospedale durante la notte.

Aspettati qualche lieve crampo e spotting mentre ti riprendi dalla biopsia cervicale. Potrebbero verificarsi crampi e sanguinamento per tutto il tempo di una settimana. A seconda del tipo di biopsia che hai subito, alcune attività potrebbero essere limitate. Il sollevamento di carichi pesanti, i rapporti sessuali e l’uso di tamponi e lavande non sono consentiti per diverse settimane dopo una biopsia del cono. Potrebbe essere necessario seguire le stesse restrizioni dopo una biopsia con punch e una procedura ECC, ma solo per una settimana.

Fai sapere al tuo medico se:

  • Sentire dolore
  • sviluppare la febbre
  • sperimentare forti emorragie
  • ha perdite vaginali maleodoranti

Questi sintomi possono essere segni di un’infezione.

Risultati di una biopsia cervicale

Il medico ti contatterà in merito ai risultati della biopsia e discuterà con te i passaggi successivi. Un test negativo significa che tutto è normale e di solito non sono necessarie ulteriori azioni. Un test positivo significa che sono stati trovati tumori o cellule precancerose e potrebbe essere necessario un trattamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here