Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Bene contro i cattivi germi

Bene contro i cattivi germi

0
4

I batteri hanno ottenuto una cattiva reputazione e per una buona ragione. I batteri sono alla base di una serie di gravi malattie, inclusa la polmonite (Streptococcus pneumoniae), meningite (Haemophilus influenzae), mal di gola (Streptococco di gruppo A), avvelenamento del cibo (Escherichia coli e Salmonella),e una varietà di altre infezioni.

Questi batteri “cattivi” sono il motivo per cui disinfettiamo diligentemente le nostre mani e puliamo la nostra cucina e i lavandini del bagno, così come qualsiasi altro luogo in cui i germi tendono a riunirsi. Abbiamo anche sviluppato una vasta gamma di antibiotici, farmaci progettati per uccidere i batteri che causano la malattia.

Tuttavia, non tutti i batteri sono cattivi. In effetti, il nostro corpo ospita circa 100 trilioni di batteri “buoni”, molti dei quali risiedono nel nostro intestino. Non solo viviamo in armonia con questi batteri benefici, ma sono effettivamente essenziali per la nostra sopravvivenza.

I batteri buoni aiutano il nostro corpo a digerire il cibo e ad assorbire i nutrienti e producono diverse vitamine nel tratto intestinale, tra cui acido folico, niacina e vitamine B6 e B12. Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Best Practice & Research Clinical Gastroenterology, i batteri benefici possono anche proteggerci contro i loro parenti pericolosi che causano malattie spargendoli nell’intestino, producendo acidi che inibiscono la loro crescita e stimolando il sistema immunitario a combatterli.

Quando i batteri utili si moltiplicano e prosperano nel nostro corpo, agiscono come nostri protettori. Ma a volte mettiamo a rischio la popolazione di batteri benefici. Quando prendiamo antibiotici per curare un’infezione di batteri nocivi, uccidiamo anche batteri utili. Ciò può causare uno squilibrio dei batteri nel corpo che può portare a diarrea e altri problemi gastrointestinali.

Probiotici e salute

L’idea che alcuni tipi di batteri possano migliorare la nostra salute esiste dai primi 20 annith secolo, quando il biologo russo premio Nobel Elie Metchnikoff propose per la prima volta che mangiare batteri simili a quelli che vivono nel corpo potrebbe avere benefici per la salute. Più recentemente, le aziende hanno iniziato a commercializzare prodotti chiamati probiotici (che significa “per la vita”) contenenti questi batteri.

I probiotici sono disponibili in molte forme, tra cui integratori, supposte e creme. Molti alimenti contengono batteri amici, come:

  • Yogurt
  • burro di latte
  • formaggi con fermenti vivi attivi

Altri alimenti che contengono batteri amici includono cibi fermentati come:

  • miso
  • tempeh
  • crauti
  • birra
  • pane a lievitazione naturale
  • cioccolato
  • kimchi

I probiotici sono proposti per prevenire e trattare una varietà di condizioni di salute, come:

  • diarrea (inclusa diarrea causata da antibiotici)
  • sindrome dell’intestino irritabile
  • colite ulcerosa e morbo di Crohn
  • carie, gengiviti e parodontiti
  • eczema

Alcuni studi hanno suggerito che le pillole probiotiche potrebbero migliorare la salute, ma molti ricercatori medici come quelli della Cleveland Clinic riferiscono che non ci sono prove sufficienti per dirlo con certezza.

Tipi di probiotici e cosa fanno

Di seguito sono riportati alcuni dei probiotici che vengono presi per trattare o prevenire le malattie e come si pensa che agiscano.

Lactobacillus

Nel corpo, i batteri lattobacilli si trovano normalmente nei sistemi digestivo, urinario e genitale. Li puoi trovare anche nello yogurt e negli integratori alimentari, oltre che nelle supposte.

Esistono più di 50 specie diverse di lactobacillus, tra cui:

  • Lactobacillus acidophilus, uno dei probiotici più comunemente usati. Si trova nello yogurt e nei prodotti a base di soia fermentata come miso e tempeh. Lactobacillus acidophilus è stato utilizzato (in forma di supposte) per trattare le infezioni batteriche della vagina. In forma di pillola, può essere assunto per prevenire e curare la diarrea, inclusa la diarrea del viaggiatore negli adulti e la diarrea causata dal rotavirus nei bambini.
  • Lactobacillus rhamnosus GG può aiutare a trattare la diarrea del viaggiatore o la diarrea causata da Clostridium difficile (C. difficile) batteri o antibiotici nei bambini. È stato anche scoperto che aiuta a prevenire l’eczema nei neonati.
  • Lactobacillus salivarius può aiutare a bloccare la crescita di Helicobacter pylori (H. pylori), i batteri che causano le ulcere peptiche.
  • Lactobacillus plantarum può migliorare la barriera del sistema immunitario contro l’invasione di batteri patogeni.

Altri usi per lactobacillus includono:

  • prevenire la diarrea causata da antibiotici e infezioni
  • prevenire le coliche (pianto inconsolabile) nei bambini
  • prevenire le infezioni polmonari nei bambini piccoli
  • prevenire la diarrea negli adulti ricoverati in ospedale o sottoposti a trattamento chemioterapico per il cancro
  • trattamento delle condizioni intestinali come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e la colite ulcerosa

Bifidobatteri

I bifidobatteri costituiscono la maggior parte dei batteri “buoni” che vivono nell’intestino. Questi batteri iniziano a colonizzare il sistema gastrointestinale quasi immediatamente dopo la nostra nascita.

I bifidobatteri sono disponibili in circa 30 diversi ceppi, tra cui:

  • Bifidobatteri bifidum può aiutare a proteggere dai batteri malsani. Ricerca suggerisce che possono anche alleviare i sintomi dell’IBS. Quando combinato con Lactobacillus acidophilus, Bifidobatteri bifidum potrebbe aiutare prevenire l’eczema nei neonati.
  • Bifidobacteria infantis si pensa che aiuti ad alleviare i sintomi dell’IBS, come dolore addominale, gas e gonfiore
  • Bifidobatteri lactis è stato segnalato per migliorare i livelli di colesterolo nelle donne e nelle persone con diabete di tipo 2.

Streptococcus thermophilus

Questi batteri producono l’enzima lattasi, di cui il corpo ha bisogno per digerire lo zucchero nel latte e in altri prodotti lattiero-caseari. Alcuni studi suggeriscono Streptococcus thermophilus può aiutare a prevenire l’intolleranza al lattosio.

Saccharomyces boulardii

Saccharomyces boulardii è in realtà un tipo di lievito, ma agisce come un probiotico. Alcuni studi lo hanno trovato utile per prevenire e curare la diarrea del viaggiatore, così come la diarrea causata dagli antibiotici. Può anche essere utile per curare l’acne e ridurre gli effetti collaterali del trattamento antibiotico per H. pylori batteri.

Precauzioni riguardanti l’uso dei probiotici

Prima di prendere qualsiasi integratore probiotico, ricorda che la Food and Drug Administration (FDA) statunitense non ha approvato questi prodotti. Ciò significa che non puoi essere sicuro quando acquisti un prodotto se è sicuro ed efficace. Sono stati segnalati casi di persone che sviluppano batteri (batteriemia) o funghi (fungemia) nel sangue dopo aver assunto probiotici. Sono necessari ulteriori studi clinici per confermare i benefici dei probiotici, nonché i possibili rischi.

Informi il medico e il farmacista prima di prendere qualsiasi integratore probiotico. Chiedi se è sicuro per le persone con le tue condizioni di salute e se interagirà con altri farmaci che stai già assumendo. È particolarmente importante informare il medico prima di utilizzare questi integratori se sei incinta o allatta, hai un sistema immunitario indebolito da una condizione come l’HIV / AIDS o stai assumendo farmaci che sopprimono il tuo sistema immunitario.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here