Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Aspettativa di vita e prospettive della BPCO

Aspettativa di vita e prospettive della BPCO

0
3

Panoramica

Milioni di adulti negli Stati Uniti soffrono di broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e altrettanti la stanno sviluppando. Ma molti di loro non sono a conoscenza, secondo il National Heart Lung and Blood Institute.

Una domanda che molte persone con BPCO hanno è: “Quanto tempo posso vivere con la BPCO?” Non c’è modo di prevedere l’esatta aspettativa di vita, ma avere questa malattia polmonare progressiva può ridurre la durata della vita.

Quanto dipende dalla tua salute generale e dal fatto che tu abbia altre malattie come malattie cardiache o diabete.

Sistema GOLD

I ricercatori nel corso degli anni hanno escogitato un modo per valutare la salute di qualcuno con BPCO. Uno dei metodi più attuali combina i risultati del test spirometrico di funzionalità polmonare con i sintomi di una persona. Ciò si traduce in etichette che possono aiutare a prevedere l’aspettativa di vita e guidare le scelte di trattamento nei soggetti con BPCO.

La Global Initiative for Chronic Obstructive Lung Disease (GOLD) è uno dei sistemi più utilizzati per classificare la BPCO. GOLD è un gruppo internazionale di esperti di salute polmonare che periodicamente produce e aggiorna le linee guida per i medici da utilizzare nella cura delle persone con BPCO.

I medici utilizzano il sistema GOLD per valutare le persone con BPCO in “gradi” di malattia. La valutazione è un modo per misurare la gravità della condizione. Utilizza il volume espiratorio forzato (FEV1), un test che determina la quantità di aria che una persona può espirare con forza dai polmoni in un secondo, per classificare la gravità della BPCO.

Le linee guida più recenti fanno parte del FEV1 della valutazione. In base al tuo punteggio FEV1, ricevi un grado o uno stage GOLD come segue:

  • GOLD 1: FEV1 dell’80% previsto o più
  • GOLD 2: FEV1 del 50-79% previsto
  • GOLD 3: FEV1 dal 30 al 49 percento previsto
  • GOLD 4: FEV1 inferiore al 30 percento previsto

La seconda parte della valutazione si basa su sintomi come dispnea o difficoltà respiratorie e grado e quantità di esacerbazioni acute, che sono riacutizzazioni che possono richiedere il ricovero in ospedale.

Sulla base di questi criteri, le persone con BPCO saranno in uno dei quattro gruppi: A, B, C o D.

Qualcuno senza riacutizzazioni o che non ha richiesto il ricovero in ospedale nell’ultimo anno sarebbe nel gruppo A o B. Ciò dipenderà anche da una valutazione dei sintomi respiratori. Quelli con più sintomi sarebbero nel gruppo B e quelli con meno sintomi sarebbero nel gruppo A.

Le persone con almeno una riacutizzazione che ha richiesto il ricovero in ospedale, o almeno due riacutizzazioni che hanno richiesto o meno il ricovero in ospedale nell’ultimo anno, rientrerebbero nel gruppo C o D. Quindi, quelle con più sintomi respiratori sarebbero nel gruppo D, e quelli con meno sintomi sarebbero nel gruppo C.

Secondo le nuove linee guida, qualcuno etichettato GOLD Grade 4, Group D, avrebbe la classificazione più seria di BPCO. E tecnicamente avranno un’aspettativa di vita più breve rispetto a qualcuno con un’etichetta di GOLD Grade 1, Group A.

Indice BODE

Un’altra misura che utilizza più del semplice FEV1 per valutare le condizioni e le prospettive della BPCO di una persona è l’indice BODE. BODE sta per:

  • massa corporea
  • ostruzione del flusso d’aria
  • dispnea
  • capacità di esercizio

BODE fa un quadro generale di come la BPCO influisce sulla tua vita. Sebbene l’indice BODE sia utilizzato da alcuni medici, il suo valore potrebbe diminuire man mano che i ricercatori apprendono di più sulla malattia.

Massa corporea

L’indice di massa corporea (BMI), che guarda alla massa corporea in base ai parametri di altezza e peso, può determinare se una persona è in sovrappeso o obesa. L’IMC può anche determinare se qualcuno è troppo magro. Le persone che hanno la BPCO e sono troppo magre possono avere una cattiva prospettiva.

Ostruzione del flusso d’aria

Questo si riferisce al FEV1, come nel sistema GOLD.

Dispnea

Alcuni studi precedenti suggeriscono che i problemi di respirazione possono influenzare le prospettive per la BPCO.

Capacità di esercizio

Ciò significa quanto sei in grado di tollerare l’esercizio. Viene spesso misurato da un test chiamato “test del cammino di 6 minuti”.

Analisi del sangue di routine

Una delle caratteristiche chiave della BPCO è l’infiammazione sistemica. Può essere utile un esame del sangue che controlli alcuni marker di infiammazione.

Una ricerca pubblicata sull’International Journal of Chronic Obstructive Pulmonary Disease suggerisce che il rapporto neutrofili-linfociti (NLR) e il rapporto eosinofili-basofili sono significativamente correlati alla gravità della BPCO.

L’articolo sopra suggerisce che un esame del sangue di routine può misurare questi marcatori in quelli con BPCO. Ha anche notato che l’NLR può essere particolarmente utile come predittore dell’aspettativa di vita.

Tassi di mortalità

Come con qualsiasi malattia grave, come la BPCO o il cancro, la probabile aspettativa di vita si basa in gran parte sulla gravità o sullo stadio della malattia.

Ad esempio, in uno studio del 2009 pubblicato sull’International Journal of Chronic Obstructive Pulmonary Disease, un uomo di 65 anni con BPCO che attualmente fuma tabacco ha le seguenti riduzioni dell’aspettativa di vita, a seconda dello stadio della BPCO:

  • fase 1: 0,3 anni
  • fase 2: 2,2 anni
  • fase 3 o 4: 5,8 anni

L’articolo ha anche notato che per questo gruppo sono stati persi altri 3,5 anni per il fumo rispetto a coloro che non hanno mai fumato e non avevano malattie polmonari.

Per gli ex fumatori, la riduzione dell’aspettativa di vita dalla BPCO è:

  • fase 2: 1,4 anni
  • fase 3 o 4: 5,6 anni

L’articolo ha anche notato che per questo gruppo sono stati persi altri 0,5 anni per il fumo rispetto a coloro che non hanno mai fumato e non avevano malattie polmonari.

Per chi non ha mai fumato, la riduzione dell’aspettativa di vita è:

  • fase 2: 0,7 anni
  • fase 3 o 4: 1,3 anni

Per gli ex fumatori e per coloro che non hanno mai fumato, la differenza nell’aspettativa di vita per le persone allo stadio 0 e le persone allo stadio 1 non era così significativa, a differenza di coloro che erano fumatori attuali.

Conclusione

Qual è il risultato di questi metodi di previsione dell’aspettativa di vita? Più puoi fare per evitare di passare a uno stadio superiore della BPCO, meglio è.

Il modo migliore per rallentare la progressione della malattia è smettere di fumare se fumi. Inoltre, evitare il fumo passivo o altre sostanze irritanti come l’inquinamento atmosferico, la polvere o le sostanze chimiche.

Se sei sottopeso, è utile mantenere un peso sano con una buona alimentazione e tecniche per aumentare l’assunzione di cibo, come mangiare piccoli pasti frequenti. Aiuterà anche imparare a migliorare la respirazione con esercizi come la respirazione con le labbra contratte.

Potresti anche voler partecipare a un programma di riabilitazione polmonare. Imparerai a conoscere esercizi, tecniche di respirazione e altre strategie per massimizzare la tua salute.

E mentre l’esercizio e l’attività fisica possono essere impegnativi con un disturbo respiratorio, è una delle cose migliori che puoi fare per la salute dei tuoi polmoni e del resto del tuo corpo.

Parla con il tuo medico di un modo sicuro per iniziare a fare esercizio. Impara i segni premonitori dei problemi respiratori e cosa dovresti fare se noti una piccola riacutizzazione. Ti consigliamo di seguire qualsiasi terapia farmacologica per la BPCO prescritta dal tuo medico.

Più puoi fare per migliorare la tua salute generale, più lunga e piena può essere la tua vita.

Lo sapevate?

Secondo l’American Lung Association, la BPCO è la terza causa di morte negli Stati Uniti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here