Arresto cardiaco

0
6

Panoramica

L’arresto cardiaco è una grave condizione cardiaca. La parola arresto significa fermare o fermare. In arresto cardiaco, il cuore smette di battere. È anche noto come morte cardiaca improvvisa.

Il tuo battito cardiaco è controllato da impulsi elettrici. Quando questi impulsi cambiano schema, il battito cardiaco diventa irregolare. Questo è anche noto come aritmia. Alcune aritmie sono lente, altre rapide. L’arresto cardiaco si verifica quando il ritmo del cuore si ferma.

L’arresto cardiaco è un problema di salute estremamente grave. L’Istituto di Medicina riferisce che ogni anno più di mezzo milione di persone subiscono un arresto cardiaco negli Stati Uniti. La condizione può causare morte o disabilità. Se tu o qualcuno con cui stai sperimentando sintomi di arresto cardiaco, cerca immediatamente assistenza sanitaria di emergenza. Può essere fatale. Una risposta e un trattamento immediati possono salvare una vita.

Che cosa causa l’arresto cardiaco?

Una serie di fattori può causare un arresto cardiaco improvviso. Due dei più comuni sono la fibrillazione ventricolare e atriale.

Fibrillazione ventricolare

Il tuo cuore ha quattro camere. Le due camere inferiori sono i ventricoli. Nella fibrillazione ventricolare, queste camere tremano senza controllo. Questo fa sì che il ritmo del cuore cambi drasticamente. I ventricoli iniziano a pompare in modo inefficiente, il che riduce notevolmente la quantità di sangue pompato attraverso il corpo. In alcuni casi, la circolazione del sangue si interrompe completamente. Ciò può portare a morte cardiaca improvvisa.

La causa più frequente di arresto cardiaco è la fibrillazione ventricolare.

Fibrillazione atriale

Il cuore può anche smettere di battere in modo efficiente dopo un’aritmia nelle camere superiori. Queste camere sono note come atri.

La fibrillazione atriale inizia quando il nodo senoatriale (SA) non invia gli impulsi elettrici corretti. Il tuo nodo SA si trova nell’atrio destro. Regola la velocità con cui il cuore pompa il sangue. Quando l’impulso elettrico entra in fibrillazione atriale, i ventricoli non possono pompare il sangue al corpo in modo efficiente.

Chi è a rischio di arresto cardiaco?

Alcune condizioni cardiache e fattori di salute possono aumentare il rischio di arresto cardiaco.

Malattia coronarica

Questo tipo di malattia cardiaca inizia nelle arterie coronarie. Queste arterie alimentano il muscolo cardiaco stesso. Quando si bloccano, il tuo cuore non riceve sangue. Potrebbe smettere di funzionare correttamente.

Cuore grande

Avere un cuore anormalmente grande aumenta il rischio di arresto cardiaco. Un cuore grande potrebbe non battere correttamente. Il muscolo può anche essere più soggetto a danni.

Valvole cardiache irregolari

La malattia delle valvole può rendere le valvole cardiache che perdono o più strette. Ciò significa che il sangue che circola attraverso il cuore o sovraccarica le camere di sangue o non le riempie al massimo. Le camere possono indebolirsi o ingrandirsi.

Cardiopatia congenita

Alcune persone nascono con danni al cuore. Questo è noto come problema cardiaco congenito. Un arresto cardiaco improvviso può verificarsi nei bambini nati con un grave problema cardiaco.

Problemi di impulsi elettrici

Problemi con il sistema elettrico del cuore possono aumentare il rischio di morte cardiaca improvvisa. Questi problemi sono noti come anomalie primarie del ritmo cardiaco.

Altri fattori di rischio per l’arresto cardiaco includono:

  • fumare
  • stile di vita sedentario
  • ipertensione
  • obesità
  • storia familiare di malattie cardiache
  • storia di un precedente attacco di cuore
  • età superiore a 45 anni per gli uomini o superiore a 55 anni per le donne
  • genere maschile
  • abuso di sostanze
  • basso contenuto di potassio o magnesio

Riconoscere i segni e i sintomi dell’arresto cardiaco

I primi sintomi di arresto cardiaco sono spesso segnali di allarme. Ottenere un trattamento prima il tuo cuore si ferma potrebbe salvarti la vita.

Se sei in arresto cardiaco, puoi:

  • diventare stordito
  • essere a corto di fiato
  • sentirsi affaticati o deboli
  • vomito
  • provare palpitazioni cardiache

È necessaria un’assistenza di emergenza immediata se tu o qualcuno con cui sei sperimenta questi sintomi:

  • dolore al petto
  • nessun impulso
  • non respira o difficoltà a respirare
  • perdita di conoscenza
  • crollo

L’arresto cardiaco potrebbe non manifestare sintomi prima che si verifichi. Se hai sintomi che persistono, cerca immediatamente assistenza medica.

Diagnosi di arresto cardiaco

Durante un evento cardiaco che fa sì che il tuo cuore smetta di battere in modo efficiente, è fondamentale consultare immediatamente un medico. Il trattamento medico si concentrerà sul far rifluire il sangue al corpo. Molto probabilmente il medico eseguirà un test chiamato elettrocardiogramma per identificare il tipo di ritmo anormale che sta vivendo il tuo cuore. Per trattare la condizione, il medico probabilmente utilizzerà un defibrillatore per scuotere il cuore. Una scossa elettrica può spesso riportare il cuore a un ritmo normale.

Altri test possono essere utilizzati anche dopo che si è verificato un evento cardiaco:

  • Analisi del sangue può essere utilizzato per cercare i segni di un attacco di cuore. Possono anche misurare i livelli di potassio e magnesio.
  • Radiografia del torace può cercare altri segni di malattia nel cuore.

Trattamento dell’arresto cardiaco

La rianimazione cardiopolmonare (RCP) è una forma di trattamento di emergenza per l’arresto cardiaco. La defibrillazione è un altro. Questi trattamenti ti fanno battere di nuovo il cuore una volta che si è fermato.

Se sopravvivi a un arresto cardiaco, il medico può iniziare con uno o più trattamenti per ridurre il rischio di un altro attacco.

  • Farmaco può abbassare la pressione sanguigna alta e il colesterolo.
  • Chirurgia può riparare vasi sanguigni o valvole cardiache danneggiati. Può anche bypassare o rimuovere i blocchi nelle arterie.
  • Esercizio può migliorare la forma fisica cardiovascolare.
  • Cambiamenti dietetici può aiutarti a ridurre il colesterolo.

Prospettive a lungo termine dell’arresto cardiaco

L’arresto cardiaco può essere fatale. Tuttavia, un trattamento tempestivo aumenta le tue probabilità di sopravvivenza. Il trattamento è più efficace entro pochi minuti dall’arresto.

Se hai subito un arresto cardiaco, è importante capire la causa. Le tue prospettive a lungo termine dipenderanno dal motivo per cui hai subito un arresto cardiaco. Il medico può parlarti delle opzioni di trattamento per proteggere il tuo cuore e prevenire il ripetersi di un arresto cardiaco.

Q:

Dopo essere sopravvissuto all’arresto cardiaco, quanto tempo ci vuole di solito per riprendersi?

Paziente anonimo

UN:

Il periodo di tempo per il recupero varia notevolmente. Un fattore cruciale è il tempo necessario per l’inizio della rianimazione dopo l’arresto cardiaco. Il coma e il danno cerebrale sono effetti collaterali comuni. La RCP di solito causa gravi lividi o ossa rotte, che possono richiedere un po ‘di tempo per guarire. Un altro fattore è se hai avuto una procedura per correggere il problema sottostante, come un intervento chirurgico di bypass coronarico.

Debra Sullivan, PhD, MSN, RN, CNE, COILe risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato un consiglio medico.

Healthline

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here