Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Allergie comuni nei bambini a cui prestare attenzione

Allergie comuni nei bambini a cui prestare attenzione

0
3

Tuo figlio non è solo

Si stima che 50 milioni di americani abbiano allergie, secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). Queste allergie di solito si manifestano durante l’infanzia o l’infanzia. Le allergie possono ostacolare la capacità di tuo figlio di dormire bene, giocare e funzionare a scuola. Ecco a cosa prestare attenzione e come determinare se i sintomi di tuo figlio potrebbero essere un’allergia.

Prevalenza crescente

La prevalenza di allergie cutanee e alimentari nei bambini americani è aumentata tra il 1997 e il 2011, afferma il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie. Il tasso di allergie respiratorie, il tipo più comune tra i bambini, è rimasto stabile durante questo periodo. I dati del CDC mostrano una prevalenza variabile in base all’età, con i bambini più piccoli che hanno maggiori probabilità di avere allergie cutanee e i bambini più grandi hanno maggiori probabilità di avere allergie respiratorie. Potresti vedere sintomi della pelle nei tuoi piccoli ei tuoi figli più grandi potrebbero tendere a hackerare e ansimare.

Che succede

In una reazione allergica, il tuo sistema immunitario interviene per difendersi da quella che è considerata una sostanza normale per la maggior parte delle persone, ma non per il tuo corpo. L’allergene, o sostanza offensiva, può essere cibo, peli di animali domestici o polline di erbe o alberi. Può innescare una serie di reazioni. Il tuo sistema immunitario reagirà come se stesse combattendo un invasore straniero.

I segni di base

Il tuo bambino potrebbe avere allergie se ha gli occhi che colano, prurito, arrossati o gonfi che persistono per più di una settimana o due. Lo stesso vale per il naso che cola. I sintomi sono cronici? Il tuo bambino dice che la bocca o la gola prude o prude? Si grattano le orecchie? L’American Academy of Pediatrics afferma che questi possono essere sintomi di allergia, forse di febbre da fieno o rinite allergica, la forma più comune di allergia tra i bambini. Nota se i sintomi si ripresentano nello stesso periodo dell’anno, ogni anno.

Controlla la pelle per le allergie

La pelle, l’organo più esteso del corpo e parte del sistema immunitario, a volte reagisce per protesta a un allergene. Controlla la pelle del tuo bambino per l’eczema, che si manifesta come chiazze secche, rosse e squamose che provocano prurito. Presta attenzione all’orticaria, che può anche segnalare un’allergia. Questi lividi rossi sulla pelle possono variare di dimensioni. Possono essere piccoli come la punta di una penna o grandi come un piatto da portata, secondo l’American Academy of Dermatology.

Sintomi respiratori

La febbre da fieno o altre allergie possono influire sulla respirazione del bambino. Se senti un sibilo rumoroso quando tuo figlio respira o se noti una respirazione rapida o mancanza di respiro, fai controllare il tuo bambino dal pediatra. Una tosse secca e tagliente con muco chiaro è un altro segno di allergie respiratorie. Osserva tuo figlio mentre gioca. Se sembrano stancarsi facilmente o più rapidamente degli altri bambini, questo potrebbe essere un segno di allergie.

Problemi di pancia e altri segni di allergie

Le allergie possono scatenare i sintomi intestinali nei bambini. Se tuo figlio si lamenta spesso di crampi allo stomaco o ha ripetuti attacchi di diarrea, questo potrebbe indicare un’allergia. Altri segni di allergie nei bambini possono includere mal di testa o affaticamento eccessivo.

Le allergie possono anche influenzare il comportamento di tuo figlio, producendo stati d’animo insolitamente scontrosi o irrequieti. Considera l’idea di tenere un registro dei sintomi da condividere con il tuo pediatra, annotando il sintomo e cosa è successo subito prima della sua insorgenza (p. Es., L’esposizione a un animale domestico o il consumo di un determinato cibo).

La banda di otto persone allergiche

Secondo la Mayo Clinic, questi otto alimenti contribuiscono al 90% delle allergie alimentari:

  • latte
  • uova
  • arachidi
  • frutta a guscio, come mandorle, anacardi e noci
  • pesce, come spigola, merluzzo e passera
  • crostacei, come granchi, aragoste e gamberetti
  • soia
  • Grano

Inoltre, alcuni bambini non tollerano gli agrumi. La connessione tra allergia e allergene non è sempre ovvia, quindi potrebbe essere necessario indagare per trovare il collegamento. Tracce di arachidi possono nascondersi nei cereali e la soia può nascondersi negli aromi o negli addensanti che si trovano negli alimenti trasformati o congelati.

Allergie agli animali domestici

La presenza di animali domestici, anche animali a pelo corto che non si liberano, può provocare sintomi di allergia nei bambini. Non è l’animale in sé che provoca allergie, ma il suo pelo (cellule morte della pelle), la saliva, l’urina e il pelo. Se tuo figlio starnutisce e sibila dopo aver giocato o tenuto in braccio un animale domestico, considera di sottoporlo a test per le allergie animali.

Assistenza allergica

Il tuo pediatra può aiutarti a capire se i sintomi di tuo figlio sono correlati all’allergia e può aiutarti a formulare un piano di gestione. Alleviare i sintomi di allergia cutanea, respiratoria o intestinale può richiedere antistaminici o altri farmaci. Puoi insegnare a tuo figlio strategie per evitare o ridurre le reazioni allergiche, incluso il passaggio di determinati cibi, giocare all’aperto quando la conta dei pollini è bassa e lavarsi le mani subito dopo aver toccato un animale domestico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here