Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Allergie al latte (allergia alle proteine ​​del latte)

Allergie al latte (allergia alle proteine ​​del latte)

0
4

Cosa sono le allergie al latte?

Un’allergia al latte è una reazione immunitaria a una delle tante proteine ​​nel latte animale. È più spesso causato dalla proteina alfa S1-caseina nel latte vaccino.

Un’allergia al latte viene talvolta confusa con l’intolleranza al lattosio perché spesso condividono i sintomi. Le due condizioni sono però molto diverse. L’intolleranza al lattosio si verifica quando una persona non ha l’enzima (lattasi) per metabolizzare il lattosio – uno zucchero del latte – nell’intestino.

Il latte vaccino è la principale causa di reazioni allergiche nei bambini piccoli e uno degli otto alimenti responsabili del 90% delle allergie infantili. Gli altri sette sono uova, arachidi, noci, soia, pesce, crostacei e grano.

Sintomi di allergia al latte

Spesso i bambini con allergia al latte avranno una reazione lenta. Ciò significa che i sintomi si svilupperanno nel tempo, da diverse ore a giorni dopo. I sintomi associati a una reazione lenta includono:

  • crampi addominali
  • feci molli (che possono contenere sangue o muco)

  • diarrea
  • eruzione cutanea
  • tosse intermittente
  • naso che cola o infezione del seno
  • incapacità di crescita (lento per aumentare di peso o altezza)

I sintomi che si verificano rapidamente (da secondi a ore) possono includere:

  • respiro sibilante
  • vomito
  • orticaria

Sebbene raro, è possibile che un bambino con un’allergia al latte abbia una grave reazione nota come shock anafilattico. Lo shock anafilattico può causare gonfiore della gola e della bocca, calo della pressione sanguigna e difficoltà respiratorie. Può anche portare all’arresto cardiaco. L’anafilassi richiede cure mediche immediate e viene trattata con epinefrina (EpiPen) sotto forma di iniezione.

Allergie al latte di mandorle

Passare dal latte normale al latte di mandorle può scambiare una reazione allergica con un’altra. I frutti a guscio come le mandorle (insieme a noci, anacardi e noci pecan) sono in cima alla lista degli allergici. Inoltre, quasi la metà delle persone allergiche alle arachidi è allergica alle noci.

A differenza dell’allergia al latte vaccino, che in genere si risolve in tenera età, le allergie alle noci tendono a durare tutta la vita. Solo il 9% dei bambini supererà un’allergia alle mandorle e ad altri frutti a guscio.

I sintomi di un’allergia alla frutta a guscio possono includere:

  • prurito
  • eczema o orticaria

  • rigonfiamento
  • nausea
  • dolore addominale
  • diarrea
  • vomito
  • rinorrea
  • respiro sibilante
  • problema respiratorio

Anche le reazioni anafilattiche alla frutta a guscio (e alle arachidi) sono più comuni rispetto ad altri tipi di allergie.

Allergie al latte di soia

La soia è uno degli “otto grandi” allergeni, quindi è importante prestare attenzione ai sintomi, soprattutto nei bambini. I fagioli di soia, insieme alle arachidi, ai fagioli, alle lenticchie e ai piselli, fanno parte della famiglia dei legumi.

Un’allergia alla soia è più comune nei neonati.

I sintomi di un’allergia alla soia possono includere:

  • risciacquo
  • prurito
  • orticaria
  • rinorrea
  • respiro sibilante

Reazioni più gravi possono includere dolore addominale, diarrea e gonfiore delle labbra, della lingua o della gola. In molti rari casi, un’allergia alla soia può provocare anafilassi.

Allergie al latte di riso

Il riso è il cereale con meno probabilità di provocare una reazione allergica. Molti genitori scelgono di dare ai loro figli latte di riso invece di latte vaccino a causa di problemi di allergia. Sebbene le allergie al riso siano estremamente rare in Occidente, sono aumentate nei paesi asiatici come il Giappone e la Corea, dove il riso è un alimento base, dagli anni ’90.

I sintomi dell’allergia al riso includono:

  • arrossamento della pelle
  • eruzioni cutanee
  • orticaria
  • rigonfiamento
  • naso chiuso o che cola
  • respiro sibilante
  • anafilassi

Nei bambini, neonati e bambini piccoli

Le allergie vengono solitamente scoperte molto presto, spesso entro i tre mesi di età. L’allattamento al seno è uno dei modi migliori per evitare e difendersi dalle allergie. Esistono anche formule a base di latte per bambini che sviluppano allergie al latte.

Latte materno

L’allattamento al seno fornisce la migliore fonte di nutrienti per un bambino e lo aiuta a sviluppare difese contro alcune allergie.

Una madre che beve latte vaccino, tuttavia, trasferirà l’alfa S1-caseina e le proteine ​​del siero di latte al suo bambino attraverso il suo latte materno. Ciò può causare una reazione in un bambino allergico. Le allergie al latte vengono solitamente scoperte molto presto nei bambini allattati al seno.

La buona notizia è che i bambini allattati al seno hanno meno allergie e infezioni durante il primo anno rispetto a quelli a cui viene somministrato il latte artificiale.

La maggior parte dei medici consiglia alle neo mamme di allattare per almeno i primi sei mesi di vita di un bambino per aiutare il bambino a evitare le allergie.

Formula per bambini con allergie al latte

La maggior parte dei pediatri consiglia formule a base di soia con vitamine e minerali aggiunti per i bambini allergici al latte.

Se i sintomi non migliorano dopo il passaggio alla soia, sono disponibili formule ipoallergeniche. Questi includono formule ampiamente idrolizzate in cui le proteine ​​sono state scomposte in modo che abbiano meno probabilità di causare una reazione.

L’altro tipo di formula ipoallergenica comunemente utilizzata è nota come formula elementare, in cui vengono utilizzate solo le forme più semplici di proteine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here