Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Alimenti da evitare con reflusso acido / GERD

Alimenti da evitare con reflusso acido / GERD

0
3

Cos’è il reflusso acido?

Il reflusso acido si verifica quando il contenuto dello stomaco sale nell’esofago. Ciò si verifica quando lo sfintere esofageo inferiore (LES) si rilassa e consente all’acido dello stomaco di entrare nell’esofago.

Il medico può diagnosticare una malattia gastroesofagea (GERD) se ciò si verifica più di due volte a settimana.

Diversi fattori legati al cibo possono contribuire al reflusso acido, come ad esempio:

  • la posizione del tuo corpo dopo aver mangiato
  • la quantità di cibo che mangi durante un singolo pasto
  • il tipo di alimenti che mangi

Puoi gestire ciascuno di questi fattori modificando come e cosa mangi. Modificare la posizione del corpo in una postura eretta dopo un pasto e mangiare porzioni più piccole può aiutare a prevenire il reflusso.

Tuttavia, sapere quali cibi evitare può creare confusione. C’è ancora qualche controversia nella comunità medica su quali alimenti effettivamente causano sintomi di reflusso.

Nonostante questa mancanza di consenso, molti ricercatori concordano sul fatto che è meglio evitare determinati tipi di cibi e bevande per prevenire indigestione, bruciore di stomaco e altri sintomi di reflusso acido.

La perdita di peso può anche essere utile per ridurre i sintomi.

Pasti ricchi di grassi e cibi fritti

I cibi grassi generalmente abbassano la pressione sul tuo LES e ritardano lo svuotamento dello stomaco. Questo può aumentare il rischio di sintomi da reflusso. Per aiutare a prevenire il reflusso, riduci l’assunzione totale di grassi.

Ecco alcuni cibi ricchi di grassi che potresti voler evitare:

  • patatine fritte
  • anelli di cipolla fritti
  • patatine
  • burro
  • latte intero
  • formaggio
  • gelato
  • panna acida ad alto contenuto di grassi
  • condimenti per insalata cremosi ad alto contenuto di grassi
  • salse e salse cremose
  • tagli di carne rossa ricchi di grassi, come il controfiletto marmorizzato o la costata di manzo

Cibi piccanti

Alcuni studi hanno suggerito che i cibi piccanti possono causare dolore addominale e sintomi di bruciore, se si ha un disturbo gastrointestinale funzionale.

Tuttavia, uno studia ha dimostrato che l’esposizione regolare alla capsaicina non produce lo stesso disagio di un’esposizione occasionale.

La capsaicina è l’ingrediente che rende piccante il peperoncino e il peperoncino in polvere. I ricercatori hanno notato che mangiare cibi piccanti può effettivamente migliorare i sintomi della GERD se li mangi regolarmente.

Presta attenzione a come ti senti dopo aver mangiato determinati cibi. Considera la tua tolleranza alle spezie quando pianifichi i pasti.

Frutta e verdura

Frutta e verdura sono una parte importante della tua dieta. Tuttavia, alcuni tipi potrebbero peggiorare i sintomi della GERD. I seguenti frutti e verdure sono delinquenti comuni:

  • ananas
  • agrumi, come arance, pompelmi, limoni e lime
  • pomodori e cibi a base di pomodoro, come salsa di pomodoro, salsa, peperoncino e salsa per pizza
  • aglio e cipolle

In caso di dubbio, discuti il ​​tuo livello di tolleranza con un medico. Se hai accesso, parlare con un dietologo può anche essere utile per creare una dieta che aiuti a gestire la tua condizione.

Bevande

Diverse bevande comuni possono anche innescare sintomi nelle persone con GERD. Questi includono:

  • alcol
  • caffè e tè
  • bevande gassate
  • succhi di agrumi e pomodoro

Con o senza caffeina, il caffè potrebbe favorire i sintomi del reflusso. Tuttavia, alcune persone con GERD tollerano bene il caffè. Presta attenzione ai tuoi sintomi e consuma solo bevande che tolleri bene.

Altri alimenti, farmaci e integratori

Un certo numero di altri alimenti e farmaci può causare un malfunzionamento del LES, il che può portare a sintomi di GERD. Ad esempio, potresti riscontrare sintomi dopo aver consumato:

  • cioccolato
  • menta, come la menta piperita o la menta verde
  • integratori di ferro o potassio
  • antibiotici
  • aspirina o altri analgesici
  • bifosfonati
  • alfa-bloccanti
  • nitrati
  • bloccanti dei canali del calcio
  • triciclici
  • teofillina
  • alimenti trasformati

Potresti essere tentato di interrompere l’assunzione di un farmaco o di un integratore se pensi che stia aumentando i sintomi del reflusso acido o del bruciore di stomaco. Parla sempre con un medico prima di interrompere i farmaci che stai assumendo.

La linea di fondo

Apportare modifiche alla dieta e alle abitudini alimentari può aiutarti a ridurre i sintomi del reflusso acido e il bisogno di antiacidi. È importante notare che l’uso a lungo termine di antiacidi può provocare effetti indesiderati sulla salute.

Gli antiacidi sono intesi come una soluzione a breve termine a un problema a lungo termine. Gli antiacidi neutralizzano rapidamente gli acidi dello stomaco per la prevenzione del dolore associato al reflusso acido, ma non guariranno o cureranno l’esofago infiammato.

Gli effetti a lungo termine dell’uso di antiacidi possono includere;

  • nausea,
  • diarrea,
  • mal di testa
  • stitichezza in alcune persone.

Un uso eccessivo di antiacidi può anche causare ipercalcemia che può colpire molti sistemi di organi. Inoltre, l’accumulo di magnesio o alluminio può potenzialmente essere un problema per le persone con malattie renali.

Mangiare porzioni più piccole e cercare di rimanere in posizione eretta dopo i pasti può aiutare. Cerca di evitare cibi ricchi di grassi, cibi piccanti e alcuni tipi di frutta, verdura e bevande se provocano sintomi.

Potresti anche notare sintomi dopo aver assunto farmaci o integratori. Se questo accade, parla con il tuo medico. Potrebbero essere in grado di consigliare farmaci o strategie alternativi per aiutare a gestire i sintomi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here