Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Affrontare l’ansia post-mammografia

Affrontare l’ansia post-mammografia

0
3

Panoramica

Dopo la mammografia, aspetti di sentire i risultati dal tuo medico.

Ottenere un risultato negativo del test, il che significa che il tuo test era normale, consente alla vita di continuare come prima. Ottenere un risultato positivo del test significa ulteriori test e più attesa.

Le probabilità di contrarre il cancro al seno sono considerate basse. L’American Cancer Society (ACS) riferisce che il 12% delle donne svilupperà il cancro al seno durante la vita.

L’ACS riporta anche che le sopravvissute al cancro al seno negli Stati Uniti erano più di 2,8 milioni. Questa statistica include quelli in trattamento e quelli che avevano completato il trattamento.

Come affrontare l’attesa

Alcune donne potrebbero chiedere a un amico o un familiare di stare in attesa. Alcune donne possono anche provare a mantenere le loro normali routine per aiutare a ridurre i sentimenti di nervosismo e ansia per l’ignoto.

Inoltre, ricorda che una mammografia, come un pap test, è una parte di routine del mantenimento della salute.

Cosa viene dopo un risultato positivo?

In caso di risultato anormale o positivo, il passaggio successivo più comune è una biopsia mammaria.

Attualmente ci sono tre tipi di biopsie eseguite negli Stati Uniti. Due comportano l’inserimento dell’ago e l’altro è una procedura chirurgica.

Entrambe le biopsie con ago comportano l’uso di un anestetico locale. Lasciano solo un punto di inserimento puntuale che una benda coprirà facilmente. La biopsia chirurgica spesso comporta un’anestesia generale e una piccola incisione chiusa con punti.

Il tempo di recupero per una biopsia con ago è immediato, mentre una biopsia chirurgica potrebbe richiedere alcune ore. Un medico può eseguire una biopsia con ago nel proprio ufficio, mentre una biopsia chirurgica viene eseguita in un ospedale o in una clinica ambulatoriale.

Le biopsie con ago richiedono tempi di procedura significativamente inferiori, con la maggior parte della durata da circa 30 minuti a un’ora. La biopsia chirurgica potrebbe richiedere fino a due ore.

Prepararsi per l’appuntamento di biopsia

Quando arriva il momento dell’appuntamento per la biopsia, può essere utile contattare la tua rete di familiari e amici per il supporto emotivo. Potresti anche trovare donne che possono condividere esperienze simili.

Tuttavia, non scoraggiarti se i meccanismi di coping che funzionano per gli altri non funzionano per te. Sperimenta per trovare i metodi di supporto che ti aiutano di più.

Parla con il tuo medico delle tue preoccupazioni riguardo alla biopsia. Annota le domande prima dell’appuntamento o della conversazione telefonica con il medico.

Il giorno della biopsia programmata, potresti portare con te un amico o un familiare per il supporto emotivo. La tua rete di professionisti sanitari può anche guidarti attraverso il processo e consigliarti sui passi successivi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here