Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Affrontare la depressione dopo una rottura

Affrontare la depressione dopo una rottura

0
5

Effetti di una rottura

Le rotture non sono mai facili. La fine di una relazione può capovolgere il tuo mondo e innescare una serie di emozioni. Alcune persone accettano rapidamente la fine di una relazione e vanno avanti, ma altre possono affrontare la depressione.

Questo può essere un momento straziante e può sembrare che il tuo mondo stia cadendo a pezzi. Ma mentre la tristezza e uno stato emotivo intensificato sono reazioni normali dopo una rottura, è importante riconoscere i sintomi della depressione.

Sintomi sani e malsani di una rottura

Poiché i sintomi della depressione possono variare da lievi a gravi, è spesso difficile sapere se la tristezza e il dolore sono una reazione normale a una rottura o un segno di qualcosa di più grave come la depressione.

Va bene piangere la perdita di una relazione mentre inizi il processo di guarigione. Ma questo non suggerisce che ogni emozione che provi sia una reazione normale. Ci sono sintomi sani e malsani di una rottura. Conoscere le differenze tra questi sintomi può aiutarti a determinare se stai soffrendo di depressione.

I sintomi sani di una rottura possono includere:

  • rabbia e frustrazione
  • pianto e tristezza
  • paura
  • insonnia
  • perdita di interesse nelle attività

Questi sintomi sono fastidiosi. Ma se stai vivendo una reazione normale alla rottura, il tuo stato emotivo migliorerà a poco a poco mentre ti adatti alla vita senza il tuo partner. Il tempo necessario per guarire varia da persona a persona, quindi sii paziente.

Sebbene sia normale provare tristezza e dolore dopo una rottura, dovresti parlare con un medico se i tuoi sintomi non iniziano a migliorare dopo alcune settimane o se peggiorano. Per essere diagnosticato con la depressione, devi provare almeno cinque dei seguenti nove sintomi per un periodo di almeno due settimane:

  • sentirsi tristi, vuoti o senza speranza per la maggior parte della giornata quasi ogni giorno
  • perdita di interesse per le attività che una volta ti piacevano
  • perdita di peso e perdita di appetito o aumento dell’appetito e aumento di peso
  • dormire troppo poco o troppo
  • un aumento dei movimenti come il ritmo o lo strizzare le mani, o avere un linguaggio e un movimento significativamente più lenti
  • sentirsi come se non avessi energia per la maggior parte della giornata
  • sentirsi inutili
  • difficoltà a concentrarsi o prendere decisioni
  • pensieri sulla morte, chiamati anche ideazione suicidaria

La depressione può capitare a chiunque dopo una rottura, ma alcune persone corrono un rischio maggiore. La causa della depressione varia, ma potresti provare questi sentimenti se hai una storia personale di depressione o un altro disturbo dell’umore. Altri fattori che possono contribuire alla depressione dopo una rottura includono cambiamenti ormonali o contemporaneamente sopportare un altro cambiamento importante nella tua vita, come la perdita del lavoro o la perdita di una persona cara.

Cosa succede se la depressione non viene curata?

Riconoscere i segni di depressione dopo una rottura e ottenere aiuto per questa condizione può ridurre il rischio di complicanze. Se non trattato, puoi fare affidamento su alcol o droghe per intorpidire il dolore emotivo. La depressione ha anche un impatto sulla salute fisica. Potrebbero verificarsi dolori articolari, mal di testa e mal di stomaco inspiegabile. Inoltre, lo stress cronico può indebolire il tuo sistema immunitario e renderti più suscettibile a infezioni e malattie. Il mangiare emotivo può causare un aumento di peso eccessivo e aumentare il rischio di malattie cardiache e diabete.

Altre complicazioni della depressione possono includere:

  • attacco di panico
  • problemi a casa, al lavoro o a scuola
  • pensieri suicidi

Trattamenti per la depressione

Rivolgiti a un medico se i tuoi sintomi non iniziano a migliorare in due o tre settimane.

In base ai sintomi, il medico potrebbe prescriverti un antidepressivo per aiutarti a far fronte alle tue emozioni. Questi includono:

  • inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, come fluoxetina (Prozac) e paroxetina (Paxil)
  • inibitori della ricaptazione della serotonina-norepinefrina, come duloxetina (Cymbalta) e venlafaxina (Effexor XR)
  • antidepressivi triciclici, come imipramina (Tofranil) e nortriptilina (Pamelor)
  • inibitori delle monoaminossidasi, come tranilcipromina (Parnate) e fenelzina (Nardil)

Assicurati di comprendere i rischi derivanti dall’assunzione di antidepressivi. Alcuni farmaci possono causare effetti collaterali sessuali, aumento dell’appetito, insonnia e aumento di peso.

Parlate con il vostro medico se i vostri sintomi non migliorano o peggiorano o se avete gravi effetti collaterali. Il medico può modificare il dosaggio o consigliare un farmaco diverso. A seconda della gravità della depressione dopo una rottura, il medico può raccomandare consulenza o psicoterapia per aiutarti a far fronte ai tuoi sentimenti, soprattutto se hai avuto pensieri suicidi.

I modi per affrontare la depressione che non richiedono un aiuto professionale includono:

Esercizio: L’attività fisica può rafforzare il tuo sistema immunitario e aumentare la tua energia. L’esercizio aumenta anche la produzione di endorfine da parte del corpo, che possono migliorare il tuo umore. Cerca di fare 30 minuti di attività fisica almeno tre volte a settimana.

Tenere occupato: Esplora gli hobby e tieni la mente occupata. Se ti senti depresso, leggi un libro, fai una passeggiata o avvia un progetto in casa.

Dormi molto: Riposarsi a sufficienza può anche migliorare il tuo benessere mentale e aiutarti a far fronte a una rottura.

Rimedi erboristici e naturali: Se non vuoi prendere un farmaco su prescrizione, chiedi al tuo medico degli integratori usati per la depressione, come l’erba di San Giovanni, la S-adenosilmetionina o la SAMe e gli acidi grassi omega-3 sotto forma di olio di pesce. Alcuni integratori non possono essere combinati con farmaci da prescrizione, quindi consulta prima il tuo medico. Puoi anche esplorare terapie alternative per la depressione, come l’agopuntura, la massoterapia e la meditazione.

Ottenere supporto dopo una rottura

Superare una rottura è più facile quando ricevi sostegno da familiari e amici. Non devi affrontarlo da solo, quindi circondati di persone positive che ti incoraggiano. Se ti senti solo o spaventato, chiama una persona cara e fai piani sociali.

Evita le persone negative che potrebbero giudicarti o criticarti. Questo può peggiorare la depressione e rendere più difficile la guarigione dopo una rottura.

Puoi anche combattere la solitudine e la depressione dopo una rottura coltivando nuove amicizie e ricongiungendo con vecchi amici. Incontra alcuni colleghi a pranzo oa cena oppure fatti coinvolgere nella tua comunità per incontrare nuove persone. Unisciti a un club, segui un corso o fai volontariato nel tempo libero.

Anche se la tua depressione non è abbastanza grave per la psicoterapia, può essere utile unirti a un gruppo di supporto. Cerca gruppi di supporto per la separazione e il divorzio vicino a casa tua o scegli un gruppo di supporto per malattie mentali e depressione. Incontrerai persone che hanno vissuto la stessa esperienza, oltre a imparare le tecniche per far fronte alle tue emozioni.

Quali sono le prospettive per la depressione dopo una rottura?

Nonostante le montagne russe di una rottura, è possibile guarire e superare l’angoscia mentale. La prospettiva è positiva con il trattamento, ma è importante non ignorare i sentimenti negativi prolungati e la tristezza. Il processo di guarigione varia da persona a persona. Ma con l’aiuto di amici, familiari e forse di un medico, puoi superare la depressione e andare avanti dopo la fine di una relazione.

Prevenzione del suicidio

Se pensi che qualcuno sia a rischio immediato di autolesionismo o di ferire un’altra persona:

  • Chiama il 911 o il numero di emergenza locale.
  • Resta con la persona fino all’arrivo dei soccorsi.
  • Rimuovi eventuali pistole, coltelli, farmaci o altre cose che potrebbero causare danni.
  • Ascolta, ma non giudicare, discutere, minacciare o urlare.

Se pensi che qualcuno stia prendendo in considerazione il suicidio, chiedi aiuto a una linea diretta per la prevenzione delle crisi o del suicidio. Prova il National Suicide Prevention Lifeline al numero 800-273-8255.

Fonti: National Suicide Prevention Lifeline e Abuso di sostanze e amministrazione dei servizi di salute mentale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here