Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi ADHD per adulti: rendere più facile la vita a casa

ADHD per adulti: rendere più facile la vita a casa

0
4

Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) è un disturbo dello sviluppo neurologico caratterizzato da iperattività, disattenzione e impulsività. La menzione dell’ADHD di solito evoca l’immagine di un bambino di 6 anni che rimbalza sui mobili o guarda fuori dalla finestra della propria classe, ignorando i propri compiti. Mentre l’ADHD è sicuramente più diffuso nei bambini, il disturbo colpisce anche circa 8 milioni di adulti americani, secondo l’Anxiety and Depression Association of America.

L’iperattività dell’ADHD infantile di solito diminuisce con l’età adulta, ma altri sintomi possono persistere. Possono persino innescare comportamenti rischiosi, come il gioco d’azzardo e l’abuso di alcol o droghe. Questi sintomi e comportamenti possono devastare:

  • interazioni sociali
  • carriere
  • relazioni

Riconoscere l’ADHD negli adulti

L’ADHD si presenta in modo diverso negli adulti rispetto ai bambini, il che potrebbe spiegare perché così tanti casi di ADHD negli adulti sono diagnosticati erroneamente o non diagnosticati. L’ADHD negli adulti interrompe le cosiddette “funzioni esecutive” del cervello, come:

  • il processo decisionale
  • memoria
  • organizzazione

Le funzioni esecutive compromesse possono provocare i seguenti sintomi:

  • incapacità di rimanere sul compito o assumere compiti che richiedono concentrazione sostenuta
  • perdere o dimenticare facilmente le cose
  • spesso si presenta in ritardo
  • parlare eccessivamente
  • che sembra non ascoltare
  • interrompere regolarmente le conversazioni o le attività di altre persone
  • impaziente e facilmente irritabile

Molti adulti con ADHD hanno anche avuto la condizione da bambini, ma potrebbe essere stata diagnosticata erroneamente come disabilità dell’apprendimento o disturbo della condotta. I sintomi del disturbo potrebbero anche essere stati troppo lievi durante l’infanzia per sollevare eventuali bandiere rosse, ma diventano evidenti nell’età adulta quando l’individuo si trova ad affrontare esigenze di vita sempre più complesse. Tuttavia, se sospetti di avere l’ADHD, è importante ottenere un trattamento il prima possibile. Se non diagnosticato e trattato, il disturbo può causare problemi nelle relazioni personali e influire sulle prestazioni a scuola o al lavoro.

Scala di auto-segnalazione dell’ADHD per adulti

Se i suddetti sintomi dell’ADHD suonano familiari, potresti prendere in considerazione la possibilità di confrontarli con l’elenco di controllo dei sintomi della scala di autovalutazione dell’ADHD per adulti. Questo elenco viene spesso utilizzato dai medici per valutare gli adulti che cercano aiuto per i sintomi dell’ADHD. I medici devono verificare almeno sei sintomi, in specifici gradi di gravità, per fare una diagnosi di ADHD.

Di seguito sono riportati esempi di domande dalla lista di controllo. Scegli una di queste cinque risposte per ciascuna:

  • Mai
  • Raramente
  • A volte
  • Spesso
  • Molto spesso
  1. “Quante volte hai difficoltà a mantenere la tua attenzione quando svolgi un lavoro noioso o ripetitivo?”
  2. “Quante volte hai difficoltà ad aspettare il tuo turno in situazioni in cui è richiesto il cambio di turno?”
  3. “Quanto spesso sei distratto dall’attività o dal rumore intorno a te?”
  4. “Quante volte ti senti eccessivamente attivo e costretto a fare le cose, come se fossi guidato da un motore?”
  5. “Quante volte hai problemi a ricordare appuntamenti o impegni?”
  6. “Quanto spesso interrompi gli altri quando sono occupati?”

Se hai risposto “Spesso” o “Molto spesso” per la maggior parte di queste domande, prendi in considerazione la possibilità di fissare un appuntamento con il tuo medico per una valutazione.

Trattamenti per adulti ADHD

Vivere con l’ADHD può essere difficile a volte. Tuttavia, molti adulti sono in grado di gestire efficacemente i sintomi dell’ADHD e condurre una vita produttiva e soddisfacente. A seconda della gravità dei sintomi, potresti non aver bisogno dell’aiuto di un medico immediatamente. Ci sono vari aggiustamenti personali che apporti prima per aiutare a tenere sotto controllo i sintomi.

Fare esercizio regolarmente

Fare esercizio regolarmente può aiutarti a gestire l’aggressività e l’energia extra in modo sano e positivo. Oltre a lenire e calmare il tuo corpo, l’esercizio è fondamentale anche per mantenere una buona salute.

Dormi a sufficienza

È importante dormire almeno dalle sette alle otto ore ogni notte. La mancanza di sonno può rendere difficile concentrarsi, mantenere la produttività e rimanere in cima alle proprie responsabilità. Parla con il tuo medico se hai problemi a dormire.

Migliora le capacità di gestione del tempo

Stabilire scadenze per tutto, comprese le attività apparentemente piccole, ti rende più facile rimanere organizzato. Aiuta anche a utilizzare sveglie e timer in modo da non dimenticare determinate attività. Prendersi il tempo per dare la priorità a compiti importanti ti preparerà ulteriormente per il successo.

Costruisci relazioni

Dedica del tempo alla tua famiglia, ai tuoi amici e alla tua dolce metà. Pianifica attività divertenti da fare insieme e mantieni i tuoi impegni. Mentre sei con loro, sii vigile nella conversazione. Ascolta quello che dicono e cerca di non interrompere.

Se i sintomi dell’ADHD continuano a interferire con la tua vita nonostante questi sforzi, potrebbe essere il momento di chiedere aiuto al tuo medico. Possono suggerire numerosi trattamenti diversi a seconda della gravità dei sintomi. Questi possono includere alcuni tipi di terapia e farmaci.

Farmaci

Alla maggior parte degli adulti con ADHD vengono prescritti stimolanti, come:

  • metilfenidato (Concerta, Metadate e Ritalin)
  • dextroamphetamine (Dexedrine)
  • dextroamphetamine-anfetamine (Adderall XR)

  • lisdexamfetamine (Vyvanse)

Questi farmaci aiutano a trattare i sintomi dell’ADHD aumentando e bilanciando i livelli di sostanze chimiche del cervello chiamate neurotrasmettitori. Altri farmaci che possono essere usati per trattare l’ADHD includono atomoxetina (Strattera) e alcuni antidepressivi, come il bupropione (Wellbutrin). L’atomoxetina e gli antidepressivi agiscono più lentamente degli stimolanti, quindi potrebbero essere necessarie diverse settimane prima che i sintomi migliorino.

Il farmaco giusto e la dose corretta spesso variano da persona a persona. All’inizio potrebbe volerci del tempo per trovare ciò che è meglio per te. Assicurati di parlare con il tuo medico dei benefici e dei rischi di ogni farmaco, così sarai pienamente informato. Dovresti anche parlare con il tuo medico se inizi a sviluppare effetti collaterali durante l’assunzione del farmaco.

Terapia

La terapia per l’ADHD adulto può essere utile. Tipicamente include consulenza psicologica e educazione sul disturbo. La terapia può aiutarti:

  • migliorare la gestione del tempo e le capacità organizzative
  • apprendere modi per controllare il comportamento impulsivo
  • far fronte alle difficoltà a scuola o al lavoro
  • aumentare la tua autostima
  • migliorare i rapporti con la famiglia, i colleghi e gli amici
  • apprendere migliori capacità di problem solving
  • creare strategie per controllare il tuo temperamento

I tipi comuni di terapia per gli adulti con ADHD includono:

Terapia comportamentale cognitiva

Questo tipo di terapia ti permette di imparare come gestire il tuo comportamento e come trasformare i pensieri negativi in ​​positivi. Può anche aiutarti ad affrontare i problemi nelle relazioni, a scuola o al lavoro. La terapia cognitivo comportamentale può essere eseguita individualmente o in gruppo.

Consulenza matrimoniale e terapia familiare

Questo tipo di terapia può aiutare i propri cari e gli altri significativi ad affrontare lo stress di vivere con qualcuno che ha l’ADHD. Può insegnare loro cosa possono fare per aiutare e come migliorare la comunicazione con l’altra persona.

Avere l’ADHD da adulto non è facile. Con il giusto trattamento e modifiche allo stile di vita, tuttavia, puoi ridurre notevolmente i sintomi e migliorare la qualità della tua vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here