Acalasia

0
5

Cos’è l’acalasia?

L’esofago è il tubo che trasporta il cibo dalla gola allo stomaco. L’acalasia è una condizione grave che colpisce il tuo esofago. Lo sfintere esofageo inferiore (LES) è un anello muscolare che chiude l’esofago dallo stomaco. Se hai l’acalasia, il tuo LES non si apre durante la deglutizione, cosa che dovrebbe fare. Questo porta a una riserva di cibo all’interno del tuo esofago. Questa condizione può essere correlata a nervi danneggiati nell’esofago. Può anche essere dovuto a un danneggiamento del LES.

Ulteriori informazioni: BodyMaps: Esofago »

Secondo la Cleveland Clinic, l’acalasia colpisce circa 3.000 persone negli Stati Uniti ogni anno.

Quali sono le cause dell’acalasia?

L’acalasia può verificarsi per diversi motivi. Può essere difficile per il tuo medico trovare una causa specifica. Questa condizione può essere ereditaria o può essere il risultato di una condizione autoimmune. Con questo tipo di condizione, il sistema immunitario del tuo corpo attacca erroneamente le cellule sane del tuo corpo. La degenerazione dei nervi nell’esofago spesso contribuisce ai sintomi avanzati dell’acalasia.

Altre condizioni possono causare sintomi simili all’acalasia. Il cancro dell’esofago è una di queste condizioni. Un’altra causa è una rara infezione parassitaria chiamata malattia di Chagas. Questa malattia si verifica principalmente in Sud America.

Chi è a rischio di acalasia?

L’acalasia di solito si verifica più tardi nella vita, ma può verificarsi anche nei bambini. Gli individui di mezza età e gli anziani sono a maggior rischio per la condizione. L’acalasia è anche più comune nelle persone con disturbi autoimmuni.

Quali sono i sintomi dell’acalasia?

Le persone con acalasia avranno spesso difficoltà a deglutire o sentiranno che il cibo è bloccato nel loro esofago. Questo è anche noto come disfagia. Questo sintomo può causare tosse e aumentare il rischio di aspirazione, o inalazione o soffocamento con il cibo. Altri sintomi includono:

  • dolore o fastidio al petto

  • perdita di peso
  • bruciore di stomaco
  • dolore intenso o disagio dopo aver mangiato

Potresti anche avere rigurgito o riflusso. Tuttavia, questi possono essere sintomi di altre condizioni gastrointestinali come il reflusso acido.

Come viene diagnosticata l’acalasia?

Il medico potrebbe sospettare che tu abbia l’acalasia se hai difficoltà a deglutire sia i solidi che i liquidi, in particolare se peggiora nel tempo.

Il medico può utilizzare la manometria esofagea per diagnosticare l’acalasia. Ciò comporta il posizionamento di un tubo nell’esofago mentre deglutisci. Il tubo registra l’attività muscolare e si assicura che il tuo esofago funzioni correttamente.

Anche una radiografia o un esame simile dell’esofago può essere utile per diagnosticare questa condizione. Altri medici preferiscono eseguire un’endoscopia. In questa procedura, il medico inserirà un tubo con una piccola telecamera all’estremità nell’esofago per cercare i problemi.

Un altro metodo diagnostico è una deglutizione di bario. Se hai questo test, inghiottirai il bario preparato in forma liquida. Il medico seguirà quindi il movimento del bario lungo l’esofago attraverso i raggi X.

Come viene trattata l’acalasia?

La maggior parte dei trattamenti per l’acalasia coinvolge il tuo LES. Diversi tipi di trattamento possono ridurre temporaneamente i sintomi o alterare in modo permanente la funzione della valvola.

Come terapia di prima linea, i tuoi medici possono dilatare lo sfintere o alterarlo. La dilatazione pneumatica in genere comporta l’inserimento di un palloncino nell’esofago e il gonfiaggio. Questo allunga lo sfintere e aiuta il tuo esofago a funzionare meglio. Tuttavia, a volte la dilatazione lacera lo sfintere. Se ciò accade, potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico per ripararlo.

L’esofagomiotomia è un tipo di intervento chirurgico che può aiutarti in caso di acalasia. Il medico utilizzerà un’incisione grande o piccola per accedere allo sfintere e lo modificherà con attenzione per consentire un migliore flusso nello stomaco. La grande maggioranza delle procedure di esofagomiotomia ha successo. Tuttavia, alcune persone hanno problemi in seguito con la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). Se hai GERD, l’acido dello stomaco torna nel tuo esofago. Ciò può causare bruciore di stomaco.

Se non sei in grado di sottoporsi a correzione pneumatica o chirurgica della tua acalasia, il medico potrebbe usare Botox per rilassare lo sfintere. Botox viene iniettato nello sfintere attraverso un endoscopio.

Se queste opzioni non sono disponibili o non funzionano, i nitrati o i bloccanti dei canali del calcio possono aiutare a rilassare lo sfintere in modo che il cibo possa attraversarlo più facilmente.

Qual è la prospettiva a lungo termine?

Le prospettive per questa condizione variano. I tuoi sintomi potrebbero essere lievi o gravi. Il trattamento può avere molto successo. A volte sono necessari più trattamenti.

La chirurgia può essere raccomandata se una procedura di dilatazione non funziona la prima volta. Di solito, la possibilità di successo diminuisce con ogni dilatazione. Pertanto, il medico probabilmente cercherà alternative se diverse dilatazioni non hanno successo.

Quasi il 95% delle persone che hanno subito un intervento chirurgico ottiene sollievo dai sintomi. Tuttavia, potresti sviluppare alcune complicazioni. Questi includono problemi relativi alla lacerazione dell’esofago, reflusso acido o condizioni respiratorie causate dal cibo che viaggia lungo l’esofago e nella trachea.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here