Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Abuso e dipendenza da oppioidi (oppiacei)

Abuso e dipendenza da oppioidi (oppiacei)

0
3

Panoramica

Gli oppioidi, chiamati anche oppiacei, sono una classe di farmaci. La classe comprende farmaci derivati ​​dal papavero da oppio, come la morfina e la codeina. Include anche formule sintetiche o parzialmente sintetiche, come:

  • idrocodone
  • Percodan
  • ossicodone
  • eroina

Molti oppioidi sono usati per trattare il dolore. Alcuni oppioidi, come l’ossicodone, la codeina e la morfina, sono farmaci antidolorifici da prescrizione. L’uso di questi farmaci per la ricreazione o in un modo non prescritto da un medico può essere considerato un abuso. Altri oppioidi, come l’eroina, sono illegali.

Gli oppioidi creano dipendenza. L’abuso può portare alla dipendenza. Sia l’abuso che la dipendenza possono causare seri problemi di salute e possono portare alla morte.

Gli oppioidi possono essere utilizzati in vari modi. Possono essere:

  • preso per via orale
  • inalato attraverso il naso
  • iniettato in una vena
  • affumicato

I moduli di prescrizione sono talvolta usati come supposte. Gli effetti possono dipendere dal metodo di consumo. Il tipo di oppioide determina anche il suo effetto.

Gli oppioidi colpiscono il cervello, provocando una sensazione temporanea di intenso piacere. La dipendenza dagli oppioidi può svilupparsi molto rapidamente, anche con un uso minimo. La dipendenza può essere fisica, in quanto il corpo di un utente abituale desidera ardentemente la droga.

Può anche essere mentale, in quanto l’utente desidera consapevolmente gli effetti del farmaco. Una persona che è dipendente da oppioidi farà tutto il necessario per ottenere una quantità maggiore di farmaco, indipendentemente dai rischi o dalle conseguenze.

L’uso a lungo termine di oppioidi ha gravi conseguenze per la salute, colpendo più organi. L’abuso di oppioidi può compromettere la produzione del cervello di antidolorifici naturali e dopamina, la sostanza chimica del “benessere” del cervello.

Quali sono gli effetti dell’abuso e della dipendenza da oppioidi?

Gli oppioidi riducono temporaneamente il dolore e l’ansia. Creano un senso di intorpidimento nel corpo e nella mente. Dosi elevate possono creare una sensazione di breve durata di euforia e sonnolenza. Questi effetti possono rendere difficile l’arresto. Gli utenti abituali iniziano a desiderare questa sensazione, ma lo sballo è di breve durata.

L’abuso e la dipendenza da oppioidi possono avere effetti fisici e mentali negativi, come:

  • nausea
  • vomito
  • sistema immunitario indebolito
  • frequenza respiratoria lenta
  • coma
  • aumento del rischio di HIV o malattie infettive, comune nell’uso endovenoso
  • aumento del rischio di epatite, comune anche nell’uso endovenoso
  • allucinazioni
  • vene collassate o vasi sanguigni ostruiti
  • rischio di soffocamento

Le persone dipendenti da oppioidi spesso hanno difficoltà a raggiungere uno sballo soddisfacente perché la loro tolleranza aumenta. Questo porta a usarne di più, il che porta a effetti più forti e più gravi sul corpo.

Quali sono i sintomi dell’abuso e della dipendenza da oppioidi?

Segni e sintomi di abuso e dipendenza da oppioidi includono:

  • una maggiore tolleranza per il farmaco
  • l’incapacità di interrompere o ridurre l’utilizzo
  • sintomi di astinenza quando smetti di usare
  • un desiderio di continuare a utilizzare anche quando sorgono complicazioni di salute
  • un impatto sulla qualità della vita, comprese le relazioni e l’occupazione
  • spendere tempo e denaro in eccesso in droghe
  • sonno eccessivo o perdita o aumento di peso estremi
  • rivolgendosi al crimine per pagare più oppiacei

Sintomi di astinenza

Quando qualcuno che è dipendente da oppioidi smette di usare i farmaci, avrà sintomi di astinenza tra cui:

  • ansia
  • sudorazione
  • insonnia
  • agitazione
  • tremori
  • dolori muscolari
  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • estremo disagio mentale e fisico

Anche le persone con una dipendenza molto minore dagli oppioidi prescritti possono soffrire di astinenza.

La durata e l’intensità del ritiro dipendono da:

  • il tipo di oppioide da cui il consumatore è dipendente
  • la durata della dipendenza
  • la dimensione delle dosi

I tossicodipendenti di lunga data potrebbero voler consultare un medico prima di smettere.

Chi è a rischio di dipendenza da oppioidi?

Chiunque usi gli oppioidi è a rischio di sviluppare una dipendenza. Il modo migliore per prevenire una dipendenza è evitare tutte le droghe illegali. Utilizzare solo antidolorifici prescritti come raccomandato dai professionisti medici.

Sebbene l’uso di oppioidi sia una scelta, alcuni fattori possono aumentare il rischio di dipendenza. Le persone con una storia familiare di tossicodipendenza e coloro che crescono in determinate situazioni sociali o economiche possono essere più a rischio. Le persone che abusano di alcol o altre droghe o che hanno una malattia mentale hanno un aumentato rischio di dipendenza da oppioidi.

Cosa causa la dipendenza da oppioidi?

L’uso di oppioidi, soprattutto in un modo non prescritto da un medico, può causare dipendenza. Gli oppioidi creano dipendenza, quindi anche un uso poco frequente può portare a dipendenza fisica. L’uso abituale di oppioidi provoca cambiamenti nel cervello, in particolare nel centro del dolore, che possono portare alla dipendenza.

Come viene diagnosticata la dipendenza da oppioidi?

Per diagnosticare una dipendenza da oppioidi, il medico discuterà il tuo utilizzo attuale e la tua storia clinica. Determineranno il grado di dipendenza e ti aiuteranno a suggerire opzioni di trattamento. Qualcuno che cerca un trattamento per la dipendenza da oppioidi deve impegnarsi a smettere.

Come viene trattata la dipendenza da oppioidi?

La dipendenza da oppioidi è una malattia complessa che colpisce molti aspetti della vita di una persona, tra cui:

  • benessere fisico
  • salute mentale
  • relazioni sociali
  • ambiente

Per avere successo, i piani di trattamento devono affrontare tutti questi componenti. In alcuni casi, può essere necessario il ricovero in ospedale.

Disintossicazione

La disintossicazione è spesso il primo tentativo di trattamento. È fatto in combinazione con altre opzioni di trattamento. Ciò comporta il ritiro sorvegliato dal farmaco con supporto e farmaci per aiutare con i sintomi di astinenza.

La disintossicazione da sola ha raramente successo nel trattamento della dipendenza da oppioidi. Alcune persone soffriranno di:

  • tremori
  • allucinazioni
  • confusione
  • delirio
  • ansia intensa
  • disturbi del sonno
  • dolore fisico

Farmaco

Alcuni tossicodipendenti da oppiacei riescono a prendere oppioidi sotto prescrizione medica, come il metadone o la buprenorfina. Questo aiuta le persone ad abbassare la dose ea svezzarsi dal farmaco. Questo processo, noto come terapia sostitutiva, è un trattamento comune per la dipendenza da oppioidi. Altri farmaci possono essere utilizzati per ridurre i sintomi di astinenza o le voglie.

Strutture di trattamento

I programmi di trattamento residenziale funzionano per affrontare tutti gli aspetti di una dipendenza. Questi programmi spesso includono:

  • gruppi di sostegno
  • riabilitazione professionale
  • terapia

I programmi possono durare alcune settimane o diversi mesi.

Terapie alternative

Altre soluzioni che possono aiutare le persone a superare la dipendenza includono:

  • esercizio
  • ipnosi
  • agopuntura
  • erbe aromatiche

Questi metodi possono essere utili per alcuni, sebbene la sicurezza e l’efficacia di ciascuno sia per lo più sconosciuta.

Quali sono le prospettive per la dipendenza da oppioidi?

Le persone che abusano di oppioidi o che ne diventano dipendenti corrono un rischio maggiore di morte prematura e gravi complicazioni di salute. Smettere è l’unico modo per ridurre al minimo o eliminare questi rischi. L’uso prolungato porta alla tolleranza, che richiede dosi più elevate per sentire gli effetti. Dosi più elevate aumentano il rischio di morte o gravi conseguenze per la salute.

La buona notizia è che molte persone hanno superato la dipendenza da oppioidi. Ci sono molte risorse disponibili per aiutare, quindi consulta il tuo medico se vuoi smettere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here