Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Abuso di marijuana e dipendenza

Abuso di marijuana e dipendenza

0
4

Cosa sono l’abuso e la dipendenza da marijuana?

Secondo il National Institute on Drug Abuse (NIDA), la marijuana è la droga illecita più comunemente usata negli Stati Uniti. Di solito viene fumato in una pipa o una sigaretta. Può anche essere mangiato.

L’ingrediente che altera la mente nella marijuana è il tetraidrocannabinolo (THC). La quantità di THC nella marijuana varia. È comune che la marijuana contenga dall’1 al 7% di THC.

Quando la marijuana entra nel tuo corpo, il THC passa attraverso il flusso sanguigno e arriva al cervello. La sostanza chimica prende di mira alcune cellule cerebrali chiamate recettori dei cannabinoidi. Una grande percentuale di queste cellule ricettive esiste nelle parti del cervello che influenzano la memoria, la coordinazione, la percezione sensoriale e il pensiero.

Un medico può prescriverti marijuana medica per trattare determinate condizioni di salute. Il consumo incontrollabile o eccessivamente frequente di marijuana senza la prescrizione del medico può indicare un abuso.

L’abuso di marijuana può avere effetti negativi sulla salute. Può anche portare alla dipendenza.

Per saperne di più: 18 effetti della marijuana sul corpo »

Quali sono i sintomi dell’abuso e della dipendenza da marijuana?

Abuso

La marijuana produce diversi sintomi nel tuo corpo e nella tua mente. I sintomi possono variare da persona a persona in base alla loro genetica. Altri fattori che possono entrare in gioco sono la forza della marijuana, così come il modo in cui la prendi. Anche le tue precedenti esperienze con la marijuana possono influenzare la tua reazione al farmaco.

Alcuni sintomi sono temporanei, ma molti possono durare più a lungo. I sintomi a lungo termine possono portare a complicazioni fisiche e mentali.

I sintomi dell’abuso di marijuana possono verificarsi sia negli usi occasionali che cronici del farmaco. I sintomi temporanei comuni includono:

  • maggiore consapevolezza e sensazioni
  • frequenza cardiaca elevata
  • euforia
  • aumento dell’appetito
  • cambiamenti di umore
  • diminuzione della coordinazione
  • diminuzione della concentrazione
  • diminuzione dell’energia
  • difficoltà a risolvere i problemi
  • problemi di memoria
  • difficoltà a dormire

L’uso a lungo termine della marijuana può portare a complicazioni più durature e gravi. Le complicazioni fisiche a lungo termine includono:

  • danni ai polmoni
  • problemi di cuore
  • un sistema immunitario più debole
  • problemi di apprendimento

Le complicazioni mentali a lungo termine includono:

  • paranoia
  • allucinazioni
  • depressione
  • ansia
  • pensieri suicidi
  • esacerbare una condizione preesistente di schizofrenia

Dipendenza

Come con altri tipi di droghe illecite, l’abuso di marijuana può portare alla dipendenza. Secondo il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, circa un consumatore di marijuana su 11 diventerà dipendente.

La differenza tra abuso e dipendenza è definita meno dalla frequenza con cui una persona si impegna in un’attività e più da quanto sia difficile per una persona far fronte senza l’attività o interromperla per un certo periodo di tempo. È difficile dire quanto l’uso di marijuana provochi dipendenza. Probabilmente varia da individuo a individuo. È anche possibile che tu diventi dipendente dalla marijuana senza diventarne dipendente. La dipendenza e la dipendenza si verificano in due diverse aree del cervello. Tuttavia, è comune che dipendenza e dipendenza si sviluppino insieme.

La potenza della marijuana è aumentata negli ultimi 20 anni. Un livello di THC più forte aumenta le possibilità di dipendenza. Secondo l’Office of Alcohol and Drug Education, la dipendenza è probabilmente sia fisica che psicologica. Quando sei fisicamente dipendente, il tuo corpo desidera ardentemente la droga. Quando sei psicologicamente dipendente, desideri consapevolmente gli effetti del farmaco.

I sintomi della dipendenza da marijuana sono simili ai sintomi della dipendenza da altre droghe.

I sintomi comuni sono:

  • maggiore tolleranza
  • uso continuato, anche se interferisce con altre aree della vita
  • disimpegno da amici e familiari
  • sintomi di astinenza

I sintomi da astinenza generalmente iniziano circa tre settimane dopo l’ultimo utilizzo. I sintomi di astinenza dalla dipendenza da marijuana possono includere:

  • nausea
  • tremori
  • ansia
  • perdita di peso
  • insonnia
  • irritabilità
  • depressione
  • irrequietezza
  • voglie

Per saperne di più: che cos’è la dipendenza? »

Abuso di marijuana negli adolescenti

Secondo NIDA, gli adolescenti che abusano di marijuana sono più a rischio di sviluppare problemi cerebrali. Studi suggeriscono che l’uso cronico di marijuana durante questi primi anni di sviluppo cerebrale critico può portare alla perdita a lungo termine o permanente delle capacità mentali. Il THC prende di mira i recettori che influenzano la memoria, il pensiero e l’apprendimento. Questo può avere effetti duraturi, anche anni dopo l’interruzione del farmaco.

UN studia pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences degli Stati Uniti d’America ha rivelato una perdita media di otto punti QI in persone di età compresa tra 13 e 38 anni che hanno iniziato a fumare da adolescenti e hanno continuato a usare cronicamente marijuana nell’età adulta. Anche coloro che hanno smesso di usare la marijuana da adulti non hanno ancora riguadagnato le piene capacità mentali. Non ci sono state riduzioni significative del QI negli individui che hanno iniziato a fumare cronicamente da adulti.

Abuso di marijuana durante la gravidanza

Il rischio di problemi di sviluppo e comportamentali nei bambini aumenta con l’abuso di marijuana durante la gravidanza di una donna. Secondo NIDA, i bambini nati da una madre che abusa del farmaco possono avere difficoltà nelle aree della memoria, della focalizzazione e dell’apprendimento. Gli effetti specifici sul cervello di un feto in via di sviluppo sono ancora sconosciuti.

La ricerca ha anche trovato livelli sufficienti di THC nel latte materno delle madri che usano marijuana. Gli operatori sanitari quindi esortano le madri ad astenersi dall’uso di marijuana durante l’allattamento.

Ulteriori informazioni: la cannabis durante la gravidanza altera lo sviluppo del cervello del bambino »

Chi è a rischio di abuso e dipendenza da marijuana?

Chiunque usi la marijuana può diventarne dipendente.

Ulteriori fattori di rischio per l’abuso di sostanze includono:

  • una storia familiare di dipendenza
  • un disturbo psichiatrico
  • una mancanza di coinvolgimento della famiglia

Ulteriori informazioni: riconoscere un problema di dipendenza »

Come vengono trattati l’abuso e la dipendenza da marijuana?

Il trattamento per la dipendenza può includere la consulenza. Questo può aiutare la persona ad affrontare dipendenze coesistenti o problemi psichiatrici. Le persone che sono dipendenti dalla marijuana sono comunemente dipendenti da altre sostanze.

I tipi di consulenza includono:

  • terapia cognitivo comportamentale individuale o di gruppo
  • consulenza familiare
  • terapia di potenziamento motivazionale
  • Gruppi di sostegno della comunità in 12 fasi

Alcune utili risorse di aiuto in linea per l’abuso e la dipendenza includono:

  • SMART Recovery
  • Organizzazioni secolari per la sobrietà
  • Narcotici Anonimi

I farmaci per trattare i sintomi di astinenza da marijuana non sono attualmente disponibili.

Ulteriori informazioni: avvicinarsi e aiutare un tossicodipendente »

Quali sono le prospettive per l’abuso e la dipendenza da marijuana?

Le prospettive per la dipendenza da marijuana dipendono da quanto tempo una persona usa il farmaco e se è dipendente da altre sostanze. Vari trattamenti possono essere molto efficaci e duraturi, anche se la ricaduta è un problema comune. Secondo NIDA, circa il 50 per cento delle persone in trattamento trascorre più di due settimane senza usare marijuana.

Prevenire l’abuso e la dipendenza da marijuana

Il modo migliore per prevenire l’abuso e la dipendenza da marijuana è evitare di usare il farmaco, a meno che un medico non te lo prescriva. Usa sempre i farmaci prescritti solo come raccomandato.

Altri modi in cui puoi prevenire l’abuso e la dipendenza da marijuana sono circondarti di familiari e amici solidali di cui ti puoi fidare. È anche utile mantenere una dieta sana ed equilibrata e fare molto esercizio fisico. Anche l’apprendimento di strategie per affrontare lo stress, come la consapevolezza, può svolgere un ruolo utile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here