Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 9 cose che potresti non aver sentito dal tuo medico sul cancro...

9 cose che potresti non aver sentito dal tuo medico sul cancro al seno

0
5

Può essere difficile per gli altri capire cosa provi senza affrontarlo da soli.

Immagini Boogich/Getty

Quando si tratta di cancro al seno, il tuo team medico può fornirti una vasta gamma di consigli medici esperti.

Ma quando si tratta dell’esperienza reale – come gestire gli effetti collaterali e le informazioni a lungo termine sulle tue opzioni – alcune informazioni possono essere comprese meglio parlando con altre donne che hanno percorso il percorso del cancro al seno prima di te.

Quindi saltiamoci dentro.

1. È meglio esplorare le opzioni di trattamento della fertilità prima di iniziare la chemio

Molte volte, questo passaggio può essere trascurato nel processo di accelerazione del trattamento.

Tuttavia, è importante discutere le opzioni di conservazione della fertilità prima di iniziare qualsiasi chemioterapia, che potrebbe avere un impatto sulla fertilità a lungo termine.

2. Quando i tuoi capelli cadono, potrebbe essere doloroso

Quando i follicoli muoiono, può esserci una sensazione dolorosa e tenera sul cuoio capelluto.

Molti sopravvissuti ti consiglieranno di raderti la testa con un rasoio non appena inizia questa sensazione per ridurre al minimo il disagio.

È sempre importante parlare con il tuo team di trattamento degli effetti collaterali non familiari che stai riscontrando per sapere se sono parti previste del trattamento.

3. Potresti riscontrare un aumento di peso significativo dagli steroidi

Molte persone associano la perdita di peso alla chemioterapia, ma alcune donne hanno l’esperienza opposta e in realtà aumentano di peso. Entrambi possono essere impegnativi, sia fisicamente che emotivamente.

4. I farmaci possono influenzare il tuo desiderio sessuale

Lupron e altri farmaci che bloccano gli ormoni possono causare secchezza vaginale e rapporti dolorosi, oltre a ridurre il desiderio sessuale.

Non sei solo in queste sfide.

Ci sono opzioni di trattamento e prima si interviene, meglio è. Non essere imbarazzato a chiedere informazioni sulle tue opzioni in termini di lidocaina topica, dilatatori e idratazione quotidiana.

Se il tuo team di oncologia non può consigliarti ulteriormente in questo settore, dovrebbe essere in grado di indirizzarti a un operatore sanitario che può. Il tuo ginecologo può anche essere una buona scelta per discutere le tue preoccupazioni.

Correlati: Come aumentare la libido durante il trattamento del cancro al seno Breast

5. Hai delle opzioni quando si tratta di ricostruzione del seno

Non aver paura di chiedere una seconda o una terza opinione. La maggior parte dei chirurghi offre o consiglia i tipi di chirurgia con cui ha maggiore familiarità.

Non saranno offesi dal fatto che tu riceva un’altra opinione e ti aiuterà a prendere una decisione come paziente più informato e autorizzato, il che è di fondamentale importanza.

6. I tuoi impianti potrebbero essere freddi al tatto

Questa è un’esperienza rara e inaspettata che si verifica in alcune donne che hanno avuto impianti e può essere utile essere preparati per questo in anticipo.

Indipendentemente da ciò, è importante informare il tuo team chirurgico in modo che possano garantire che non vi siano preoccupazioni relative alla tua guarigione.

7. I trattamenti complementari aiutano a gestire gli effetti collaterali

Sempre più oncologi riconoscono i benefici delle terapie olistiche e complementari, come massaggi, agopuntura e altro.

Chiedi ai tuoi centri o organizzazioni di supporto per il cancro locali per i rinvii. Alcuni centri hanno un programma di oncologia integrativa in cui questi servizi sono offerti da un team in grado di comunicare con il team di trattamento del cancro.

8. La vita dopo il cancro può essere emotivamente più difficile del trattamento attivo active

Quando tutti gli appuntamenti sono finiti e non sei monitorato regolarmente, può essere inquietante.

A volte può sembrare ancora più difficile se le persone intorno a te sono pronte a festeggiare e “andare avanti”, e tu no.

Non aver paura se ti ritrovi a lottare per farcela. Non sei solo in questi sentimenti ed è una buona idea contattare il tuo team di trattamento per i servizi di supporto, che possono includere un professionista della salute mentale.

9. La ricostruzione è un viaggio

Non tutti si sentono a proprio agio con il loro risultato dopo la chirurgia ricostruttiva. Per molti, il primo intervento chirurgico è la prima fase di un processo in due fasi, o più in alcuni casi, se necessario.

Nel mio caso, sono stati 5 interventi chirurgici in 4 anni e ho intenzione di fare più revisioni quest’anno.

Se non sei soddisfatto, concediti del tempo per adeguarti alle modifiche e poi non aver paura di chiedere quali opzioni di revisione sono disponibili.

La linea di fondo

L’esperienza di prima mano che otterrai connettendoti con altri malati di cancro al seno e sopravvissuti può aiutarti a sentirti meno solo e aiutarti a navigare nel tuo viaggio contro il cancro con supporto.

Trova altri sopravvissuti al cancro con storie simili nell’app BC Healthline, nei gruppi della Young Survival Coalition e persino attraverso gli hashtag sui social media, come #breastcancersurvivor, #youngbreastcancersurivor e #doublemastectomy.


Anna Crollman è un’appassionata di stile, blogger di lifestyle e amante del cancro al seno. Condivide la sua storia e un messaggio di amor proprio e benessere attraverso il suo blog e social media, ispirando le donne di tutto il mondo a prosperare di fronte alle avversità con forza, autostima e stile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here