Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 6 fatti su infiammazione e psoriasi

6 fatti su infiammazione e psoriasi

0
5

  • Si ritiene che l’infiammazione abbia un ruolo nello sviluppo della psoriasi, così come in altre condizioni come l’artrite, le malattie cardiache e la depressione.
  • In alcuni casi, il trattamento dell’infiammazione sottostante può aiutare a gestire sia la psoriasi che il rischio di condizioni infiammatorie correlate.
  • Molte persone con psoriasi scoprono che il passaggio a una dieta antinfiammatoria può aiutare con la gestione della psoriasi, anche se la ricerca è mista.

L’infiammazione può essere un sintomo di un sistema immunitario iperattivo. Si pensa che abbia un ruolo nello sviluppo della psoriasi.

Le persone che convivono con la psoriasi possono avere altre condizioni di salute legate all’infiammazione. Ridurre l’infiammazione in tutto il corpo può aiutare ad alleviare i sintomi della psoriasi e migliorare la salute generale.

Se vivi con la psoriasi, ecco alcuni fatti chiave sull’infiammazione e su come può influire su di te, oltre a misure che puoi intraprendere per aumentare il tuo benessere.

L’infiammazione può causare problemi sistemici nel corpo

Normalmente, il corpo usa naturalmente l’infiammazione per aiutare a guarire se stesso. L’infiammazione acuta si verifica in risposta a un infortunio. Se tocchi l’alluce, diventa rosso e gonfio mentre il corpo invia un’ondata di globuli bianchi per proteggere l’area.

Con un sistema immunitario iperattivo, l’infiammazione attacca entrambe le cellule danneggiate e quelli sani. Questo è noto come infiammazione cronica, che può contribuire a molti problemi di salute come l’artrite, le malattie cardiache e la psoriasi.

Si pensa che l’infiammazione abbia un ruolo nella psoriasi

La psoriasi è una malattia della pelle che causa lo sviluppo di placche pruriginose o protuberanze squamose sulla pelle. Può colpire qualsiasi area del tuo corpo, ma queste placche comunemente compaiono su gomiti, ginocchia e cuoio capelluto.

Normalmente, il tuo corpo cresce e perde nuove cellule della pelle in un mese. Con la psoriasi, la risposta infiammatoria sottostante accelera la crescita delle cellule della pelle. Di conseguenza, il corpo produce nuove cellule della pelle ogni pochi giorni. Queste cellule si accumulano quindi sulla superficie della pelle e si trasformano in placche di psoriasi e protuberanze squamose.

Le citochine sono gli agenti del corpo che causano questa risposta immunitaria. Se la psoriasi è scarsamente controllata, i livelli corporei di citochine infiammatorie aumentano. La risposta infiammatoria è spesso facile da individuare con le placche cutanee.

Ma c’è di più sotto la superficie. Queste citochine funzionano anche sistematicamente in tutto il corpo e possono influenzare organi, muscoli e tendini. Questo è più pronunciato nella psoriasi da moderata a grave, ma si verifica anche nella psoriasi lieve.

Poiché l’infiammazione colpisce molte parti del corpo, le persone con psoriasi possono anche sperimentare altre condizioni di salute legate all’infiammazione.

L’infiammazione può collegare la psoriasi e la depressione

Se soffri di psoriasi insieme a ansia o depressione, non sei solo. Si pensa che anche il 43% delle persone con psoriasi soffra di ansia. Si stima che dal 20 al 30 percento delle persone con psoriasi sia affetto da depressione (e tale percentuale potrebbe anche raggiungere il 62 percento).

Ci sono una serie di ragioni per cui esiste questa correlazione. Un documento accademico ha osservato che potrebbe esserci una stretta connessione tra depressione e infiammazione. La depressione e le esperienze negative possono innescare una risposta allo stress nel corpo, che aumenta l’infiammazione. L’infiammazione può quindi esacerbare i sintomi della depressione.

Il documento ha inoltre osservato che le persone con depressione hanno livelli più elevati di citochine pro-infiammatorie del 30% rispetto a coloro che non soffrono di depressione.

Il trattamento può aiutare sia la psoriasi che l’infiammazione oculare correlata

Di Dal 7 al 20 percento delle persone con psoriasi soffre anche di uveite, una condizione infiammatoria degli occhi. Entrambe le condizioni sono correlate allo stesso tipo di citochine infiammatorie.

Molti medici trattano l’uveite con colliri corticosteroidi o corticosteroidi orali. I casi avanzati possono anche essere trattati con farmaci immunosoppressori.

Alcune ricerche sostiene che le terapie biologiche mirate destinate alla psoriasi possono aiutare a migliorare entrambe le condizioni. Un esperto che scrive per la Arthritis Foundation osserva che, sebbene possibile, non è stato dimostrato che il controllo della malattia sottostante aiuti a prevenire l’uveite.

Il legame tra psoriasi e malattie polmonari è più complicato della sola infiammazione

Le persone con psoriasi possono avere un rischio maggiore di asma, malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO), sarcoidosi, malattia polmonare interstiziale e cancro ai polmoni.

Ma la connessione tra psoriasi e malattie polmonari non è semplice come l’infiammazione sottostante. In media, le persone con psoriasi hanno più fattori di rischio che contribuiscono in modo indipendente a problemi respiratori, come il fumo, l’obesità e la sedentarietà.

Alcuni dei farmaci usati per trattare la psoriasi possono anche avere effetti collaterali respiratori. I farmaci immunosoppressori possono aumentare il rischio di infezioni respiratorie.

Anche un piccolo studio lo ha scoperto 2 per cento delle persone con psoriasi che assumevano un trattamento biologico per un periodo di 9 anni ha sviluppato una grave malattia polmonare nota come polmonite interstiziale (IP), anche se non è chiaro se il trattamento biologico abbia avuto un ruolo nello sviluppo della IP.

Collabora con il tuo medico per considerare il tuo rischio di malattie polmonari e bilancia i benefici del trattamento della psoriasi con i rischi degli effetti collaterali respiratori.

Una dieta antinfiammatoria può aiutare

Sebbene la ricerca sia mista, molte persone con psoriasi hanno scoperto che apportare modifiche alla loro dieta ha aiutato con la gestione della psoriasi.

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, se stai cercando di apportare modifiche alla tua dieta, un buon punto di partenza è evitare cibi infiammatori e mangiare più cibi antinfiammatori.

Alimenti da mangiare

Gli alimenti tipici che fanno parte di una dieta antinfiammatoria includono:

  • verdure a foglia verde
  • noccioline
  • olio d’oliva
  • pomodori
  • pesce grasso
  • frutta

Alimenti da evitare

Esempi di cibi infiammatori da saltare quando si segue una dieta antinfiammatoria includono:

  • carboidrati raffinati, come il pane bianco
  • cibi fritti
  • bevande zuccherate, come la soda
  • carni rosse e carni lavorate
  • margarina e accorciamento

Sebbene le prove siano limitate a supportare una dieta esatta per la psoriasi, seguire una dieta equilibrata è importante per la tua salute generale.

Come bonus aggiuntivo, potresti provare benefici per la tua psoriasi e qualsiasi condizione infiammatoria sottostante quando segui una dieta antinfiammatoria.

Il cibo da asporto

Si pensa che l’infiammazione abbia un ruolo nella psoriasi. A causa della natura sistemica dell’infiammazione nel corpo, le persone con psoriasi possono anche sperimentare una serie di condizioni di salute correlate all’infiammazione.

Adottare misure per ridurre l’infiammazione, ad esempio attraverso la dieta, può limitarne gli effetti sul corpo. Può anche aiutare a ridurre i sintomi della psoriasi e delle condizioni di salute correlate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here