Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 5 segni che il tuo reggiseno è decisamente troppo stretto e come...

5 segni che il tuo reggiseno è decisamente troppo stretto e come trovare la tua taglia perfetta

0
8

Cadalpe/Immagini offset

Includiamo prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Se acquisti tramite i link in questa pagina, potremmo guadagnare una piccola commissione. Ecco il nostro processo.

Scavare nella schiena, stringersi intorno al petto e sostenere uno scarso sostegno: questi sono tutti segni di un reggiseno che non ti sta bene.

Un reggiseno largo può mancare di sostegno, ma un reggiseno troppo stretto può usurarsi rapidamente, limitare i movimenti e provocare dolore reale: le spalline e il ferretto vincolanti possono creare tensione e dolore nelle spalle e nella parte superiore del corpo.

Se il tuo reggiseno ti sta causando disagio, potresti sospettare che non si adatti correttamente. Ma come fai a sapere se il tuo reggiseno è davvero troppo stretto? Ecco alcuni modi per capire se i tuoi problemi di vestibilità sono dovuti al fatto che il tuo reggiseno è stretto e come regolarlo o sostituirlo per una migliore vestibilità.

Come fai a sapere se il tuo reggiseno è troppo stretto?

Che tu ci creda o no, indossare un reggiseno troppo stretto può avere un impatto negativo su chi lo indossa in molti modi. Alcuni sono semplici fastidi, altri sono più seri.

La tua pelle è irritata o irritata

Un reggiseno stretto può causare una serie di problemi alla pelle, tra cui follicoliti, dermatiti, eruzioni cutanee e orticaria.

“Quando gli indumenti stretti sfregano la pelle, possono causare sudorazione eccessiva e irritazione e infiammazione dei follicoli piliferi”, afferma Heather Downes, MD, dermatologo certificato dal consiglio e fondatore di Lake Forest Dermatology. “Non solo, batteri e/o funghi sulla superficie della pelle possono penetrare più facilmente in questi follicoli piliferi, causando infezioni”.

L’eruzione di calore si verifica quando i dotti del sudore sono bloccati e l’orticaria può svilupparsi attraverso la pressione fisica sulla pelle.

Lo aggiusti costantemente

Potresti ritrovarti a regolare costantemente le spalline o la fascia mentre il reggiseno si sposta con il tuo movimento.

Hai sviluppato un reflusso acido o è peggiorato

“I vestiti stretti, come Spanx, sull’addome possono aumentare la pressione intra-addominale al punto che si può sperimentare il reflusso acido dall’acido che viene spinto dallo stomaco nell’esofago inferiore”, afferma Downes.

Stai versando fuori dalle tue tazze

A volte un reggiseno sembra andare bene nel camerino, ma mentre ti muovi durante il giorno, il tuo seno inizia a scivolare fuori dalle coppe nella parte anteriore o sui lati.

“Le coppe troppo piccole possono essere dolorose da indossare, soprattutto se hanno i ferretti”, afferma Robynne Winchester, proprietaria della catena di lingerie della Bay Area Revelation in Fit.

Il tuo seno che non si adatta perfettamente alle coppe o il ferretto che si trova sul seno stesso può anche essere un segno che il tuo reggiseno è troppo piccolo.

“Un ferretto ben aderente dovrebbe tracciare esattamente la radice del seno e dovrebbe essere piatto sulla cassa toracica”, afferma Winchester.

La parte superiore del tuo corpo fa male

“Il problema più comune della vestibilità del reggiseno è una coppa troppo piccola e una fascia troppo larga”, afferma Winchester. “Ciò si traduce in un reggiseno che non è di supporto, scomodo e porta a problemi come dolore alle spalle e alla schiena”.

Winchester afferma che le persone spesso compensano le fasce troppo larghe stringendo troppo le cinghie, il che mette a dura prova le spalle.

Parlando di cinghie strette, Downes afferma che un problema comune sono i problemi della pelle che peggiorano a causa delle cinghie troppo strette. “Quello che vedo… nella mia pratica sono spalline strette del reggiseno che sfregano su lesioni cutanee benigne come cheratosi seborroiche e nei. Queste lesioni possono quindi gonfiarsi o sanguinare e possono essere dolorose”.

Modi per aggiustare un reggiseno stretto

A seconda dei tuoi problemi specifici, ci sono diversi metodi per allentare un reggiseno troppo stretto (o sostituirlo del tutto).

Fai un salto di qualità

Se sei al primo o al secondo set di ganci, la soluzione più rapida sarebbe passare al set successivo per (letteralmente) un po’ più di respiro. Se sei già all’ultimo set di gancetti ma non vuoi ancora sfoggiare un reggiseno completamente nuovo, prova un estensore del reggiseno.

Regola le cinghie

Ecco un fatto poco noto sulla costruzione del reggiseno: la maggior parte del sostegno di un reggiseno proviene dalla fascia, non dalle spalline o dalle coppe.

“Se si stringono le cinghie quando la fascia è allentata, la fascia si solleva nella parte posteriore, compromettendo ulteriormente il supporto. Pensa a un’altalena: quando la parte posteriore sale, la parte anteriore scende”, afferma Winchester.

Se le spalline o il cinturino ti penetrano nella pelle, il reggiseno potrebbe adattarsi meglio se regoli le spalline in modo che siano più lunghe, spostando la fascia più in basso sulla schiena.

Indossa taglie diverse

Potresti essere stato indotto a credere che ogni persona indossi una, e solo una, taglia di reggiseno, ma pensaci bene: non tutte le magliette o i jeans nel tuo guardaroba hanno esattamente la stessa taglia.

A seconda di molti fattori, la taglia del reggiseno può variare. “Le fluttuazioni ormonali, l’età e la gravidanza possono cambiare la taglia del reggiseno di una persona”, afferma Winchester. Potresti provare una manciata di taglie leggermente diverse e tenere una scorta di quelle che si adattano meglio.

Trovare la taglia di reggiseno giusta

Prima di iniziare, sfatiamo un grande mito: non esiste una taglia di reggiseno “buona” o “cattiva”. Se hai rimandato l’acquisto del reggiseno per paura di poter entrare in una taglia che la società sembra considerare “troppo grande” o “troppo piccola”, abbandona subito quella linea di pensiero. La taglia di reggiseno giusta per te è quella in cui ti senti meglio.

Secondo Winchester, le basi di un reggiseno ben aderente sono:

  • Una fascia di livello. “La fascia dovrebbe essere a livello tutto intorno, solida e sicura ma non troppo stretta o troppo larga. Il gore (la parte nel mezzo tra le coppe), in un reggiseno con ferretto, dovrebbe stare piatto contro lo sterno. Non dovrebbe inchinarsi o premere dentro.”
  • Coppe comode. “Le coppe dovrebbero avvolgere completamente e sollevare il tessuto del seno. Non dovrebbero esserci perdite dalla parte superiore, dai lati o dagli spazi vuoti. I fili dovrebbero tracciare il contorno del seno. Se il filo è troppo stretto, si taglierà, e se è troppo largo, ci sarà spazio vuoto nella tazza”.
  • Facendo lo “scoop and swoop”. “Inclinati in avanti, posiziona la mano opposta all’interno della tazza verso il lato e indietro e tira delicatamente il tessuto in alto e in avanti. Questo porta tutto il tessuto mammario all’interno della coppetta e garantisce una vestibilità adeguata.

Ecco alcuni modi per entrare nel campo di una migliore vestibilità.

Il metodo classico

Questa è la formula spesso citata per determinare la taglia del reggiseno.

  1. Misura il tuo sottoseno. Trova un metro e avvolgilo intorno allo spazio sotto il seno. Assicurati di non avvolgerlo più stretto di quanto vorresti che il reggiseno si adattasse. Se la tua misura non è un numero intero, arrotonda per eccesso.
  2. Aggiungi quattro pollici. L’aggiunta di quattro pollici alla misura del sottoseno ti dà la taglia del cinturino. Se la misura del tuo sottoseno è dispari, arrotonda il totale per eccesso. Ad esempio, una misura del sottoseno di 31,5 converte in una misura della fascia di 36. Una misura del sottoseno di 29 pollici converte una misura della fascia di 34.
  3. Misura il tuo busto. Indossa il reggiseno più sottile che possiedi o nessuno. Misura tutto intorno alla schiena e la parte più ampia del seno, ancora una volta, mantenendo il metro non più stretto di quanto ti sentiresti a tuo agio indossando. Se il tuo seno è “poco profondo” (nel senso che la parte più ampia è vicino al fondo), potresti dover piegarti un po’ in avanti per ottenere una misurazione accurata.
  4. Calcolare. Sottrai il numero minore dal numero maggiore. La differenza ti dà la taglia della tua coppa: una differenza di 1 pollice è una A, una differenza di 2 pollici è una B e così via.
Differenza in pollici dimensioni Coppa
0 pollici aa
1″ UN
2″ B
3″ C
4″ D
5″ DD
6″ DD/F
7″ G
8″ H

Altri metodi

Negli ultimi anni, altri hanno escogitato nuovi modi per trovare una vestibilità più precisa. Ad esempio, il gruppo di esperti di bra-fitting del consiglio di Reddit A Bra That Fits ha ideato questo metodo che tiene conto delle diverse posizioni del corpo.

Puoi anche provare un riff sul metodo classico, in cui non farlo aggiungi quei quattro pollici al sottoseno per ottenere la misura della fascia. Supponiamo che la misura del sottoseno in pollici sia la misura della fascia, arrotondando per mezze misure e misurando il busto. Determina la taglia della tua tazza in base alla differenza.

Non dimenticare la taglia della sorella

Le “taglie sorelle” del tuo reggiseno si trovano scendendo di una taglia della fascia e aumentando di una coppa, o viceversa. Ad esempio, le taglie gemelle per un 36DD sarebbero un 34DDD o un 38D. A volte la leggera differenza di vestibilità è appena sufficiente per creare un reggiseno più aderente.

La linea di fondo

Un reggiseno stretto può essere nel migliore dei casi scomodo e nel peggiore dei casi può causare dolore reale. Trovare la taglia corretta del reggiseno può richiedere molto tempo, ma ne vale la pena per un reggiseno che non ti dia fastidio o angoscia. E ricorda: il tuo reggiseno più aderente è quello in cui ti senti meglio.


Jody Amable è una scrittrice ed editrice freelance della San Francisco Bay Area specializzata in musica e sottoculture. Il suo lavoro è stato visto in KQED Arts, Atlas Obscura e settimanali locali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here