Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 5 modi in cui i bambini traggono vantaggio dal gioco parallelo

5 modi in cui i bambini traggono vantaggio dal gioco parallelo

0
2

A volte, non appena compiono il primo compleanno, ma soprattutto tra il secondo e il terzo anno di vita, noterai che il tuo bambino gioca felicemente insieme ad altri bambini della loro età.

Lo vedrai nel parco giochi, durante le riunioni di famiglia o forse all’asilo. Potresti notare che fanno pochi o nessun tentativo di giocare insieme.

Si chiama gioco parallelo ed è sia un passo normale che importante nello sviluppo di tuo figlio.

In che modo il gioco parallelo avvantaggia i bambini piccoli

All’inizio il tuo bambino guarda gli adulti e gli altri bambini che fanno cose e spesso imitano o copiano i comportamenti. Quindi usano quelle osservazioni durante il gioco solitario.

Poi viene il gioco parallelo, in cui tuo figlio gioca semplicemente da solo mentre osserva ed è vicino agli altri.

Il gioco parallelo può sembrare egocentrico, ma ci sono molti vantaggi per il tuo bambino.

1. Sviluppo del linguaggio

Mentre il tuo bambino si siede e pensa al proprio gioco, ascolterà e imparerà anche parole da bambini o adulti vicini.

A volte possono sbirciare e vedere un giocattolo o un’azione chiamata una certa parola. Si aggiungeranno al loro vocabolario e ti sorprenderanno più tardi.

2. Sviluppo delle abilità motorie grossolane e fini

Il gioco è una ricerca altamente fantasiosa che coinvolge corpo e mente. Che i bambini ripetano semplicemente un’attività o sperimentino qualcosa di nuovo che hanno imparato durante il gioco parallelo, fa tutto parte dell’apprendimento e della crescita.

Non esiste un modo giusto o sbagliato di giocare. Tieni presente che ciò che ti sembra semplice può essere una cosa impegnativa per le piccole mani che stanno imparando le mosse di messa a punto.

Inoltre, una semplice azione di un bambino può avere dietro una complicata componente immaginativa.

3. Libertà di esprimere i propri desideri e sentimenti

Durante il gioco parallelo il tuo piccolo impara molto di più di come un giocattolo rotola, cade o si muove quando viene spinto.

Usano anche tutto ciò su cui riescono a mettere le mani, compresi i giocattoli, le proprie mani e persino lo sporco e i bastoncini, per esprimere i propri sentimenti.

Vanno dalla gioia alla paura, alla frustrazione o alla semplice stupidità e si basano principalmente su ciò che sperimentano nella vita reale.

Osservandoli mentre giocano, puoi dare un’occhiata a come funziona la loro mente a questa giovane età e capire meglio la loro personalità in erba.

4. Comprendere le interazioni sociali e conoscere i confini

Il gioco parallelo non significa isolamento. Tuo figlio è esattamente dove dovrebbe essere: nel suo mondo, che si trova nel mezzo del mondo più grande che devono ancora capire.

Osservando l’interazione degli altri bambini, tuo figlio dà uno sguardo all’interazione sociale. Queste osservazioni saranno messe a frutto quando arriverà il momento in cui saranno pronti per lo sviluppo per il gioco di gruppo.

Le interazioni possono essere positive (i bambini sono gentili gli uni con gli altri) o negative (un bambino spinge l’altro o afferra un giocattolo). C’è qualcosa da imparare da entrambi.

5. Imparare a condividere

Non aspettarti che i tuoi bambini di questa età si siedano tranquillamente e giochino senza mai guardare i giocattoli degli altri. È l’età in cui le loro menti fanno grandi passi avanti in termini di sviluppo quando imparano ad affermarsi.

Imparare la parola e il concetto “mio” è un passo importante nella comprensione dei confini.

Consenti loro di dire “mio” per proteggere ciò che è loro, ma aiutali a capire che i giocattoli portati in un’area comune possono essere condivisi in sicurezza senza timore di essere portati via.

I bambini nella fase di gioco parallelo sono naturalmente possessivi nei confronti dei loro giocattoli, poiché non capiscono ancora la condivisione. Puoi esercitarti a condividere a casa, ma non sorprenderti se si arrabbiano quando il loro compagno di giochi paralleli afferra il loro giocattolo.

Interazioni sociali contro tempo solitario

I bambini piccoli sono in genere creature sociali che dipendono dall’interazione prima di tutto con i loro caregiver e altre persone man mano che imparano a conoscere di più il mondo circostante.

Prendono spunto dai loro genitori e imparano anche esplorando da soli al proprio ritmo, incluso il gioco parallelo.

Un corretto sviluppo cognitivo e un comportamento sociale armonioso si verificano quando il bambino ne ha abbastanza di entrambi. C’è un tempo e un luogo per il gioco solitario, parallelo, associativo o cooperativo.

Alcuni bambini piccoli possono continuare a giocare da soli anche quando i compagni di gioco sono disponibili. È perfettamente normale, anche durante gli anni della scuola materna.

Anche il gioco solitario nei bambini più grandi è normale. Dovrebbe essere visto come un’attività educativa degna, purché vi sia un buon equilibrio tra giocare insieme e giocare da soli.

Se tuo figlio è troppo timido per giocare con altri bambini a un’età in cui dovrebbe, potrebbe essere un segno di ansia. Esercitati a giocare insieme a casa e inizia in piccoli ambienti dove potrebbero esserci solo uno o due altri bambini.

Il lavoro di un genitore

Una delle cose migliori che puoi fare per il tuo bambino – e anche quando sono neonati – è parlargli mentre è impegnato in normali attività quotidiane come camminare, fare shopping, chiacchierare con le persone, fare giardinaggio o altre attività in casa.

In effetti, i genitori svolgono un ruolo importante semplicemente permettendo ai loro figli di seguire e imparare vedendo e parlando con loro.

I loro cervelli stanno osservando rapidamente tutto nel loro ambiente, quindi assicurati di dare buoni esempi in ciò che dici e fai. Non sentirti in colpa quando non c’è tempo per il tempo di gioco specifico con i tuoi bambini.

Essere presenti mentre fai le cose e imparare insieme agli altri è un’esperienza grande e utile per loro.

Porta via

Oggi i bambini crescono con molte informazioni che arrivano attraverso vari canali.

Sebbene possano essere molto attratti dai gadget elettronici, è importante mantenerli il più possibile privi di tecnologia durante i primi anni di vita.

Incoraggia a giocare, da soli, insieme ai loro coetanei, con i coetanei e anche con te! È importante per il linguaggio e lo sviluppo sociale.

Giocare aiuta i bambini ad imparare divertendosi. Ma soprattutto, permette loro di imparare al proprio ritmo. Completa l’apprendimento attraverso il gioco con molta attività fisica e molte coccole e letture!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here