Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 3 esercizi per gli occhi per aiutare lo strabismo

3 esercizi per gli occhi per aiutare lo strabismo

0
6

Cos’è lo strabismo?

Lo strabismo viene spesso definito occhi incrociati, ma può presentarsi in molti modi diversi. L’American Optometric Association definisce lo strabismo come una “condizione in cui entrambi gli occhi non guardano nello stesso punto contemporaneamente”. Può presentarsi come un occhio che si sposta verso l’interno (esotropia), verso l’esterno (esotropia), verso l’alto (ipertropia) o verso il basso (ipotropia). Questo disallineamento è spesso dovuto a incongruenze, come l’incapacità dell’occhio di mettere a fuoco correttamente un punto in lontananza.

Lo strabismo si verifica più spesso nei neonati e nei bambini piccoli a causa di ereditarietà o problemi durante lo sviluppo fisico. La maggior parte dei casi nei bambini è causata da una scarsa comunicazione tra cervello, muscoli e nervi dell’occhio. Tuttavia, può verificarsi anche negli adulti che hanno subito un ictus, un trauma cranico o il diabete. La condizione può portare a una visione doppia, una mancanza di percezione della profondità e persino la perdita della vista se non trattata

Come viene trattato lo strabismo?

I trattamenti vanno dagli occhiali da vista alla chirurgia per allineare gli occhi. Tuttavia, molti programmi di terapia della vista ora incorporano anche esercizi per gli occhi. Questi possono aiutare a migliorare il coordinamento.

Gli esercizi non dovrebbero essere considerati un sostituto del trattamento medico. “Poiché le cause e le manifestazioni dello strabismo variano ampiamente, i soli esercizi per gli occhi guidati dal paziente non dovrebbero essere considerati un trattamento esclusivo”, afferma il dott. Jeffrey Anshel, presidente fondatore della società no profit Ocular Nutrition Society. “Un ortottista o optometrista può valutare adeguatamente la situazione e prescrivere un regime progettato per affrontare sintomi specifici”.

In conclusione: assicurati di ottenere un esame oculistico approfondito prima di iniziare un piano di trattamento della vista.

Flessioni a matita

Le flessioni a matita sono semplici allenamenti oculari che puntano entrambi gli occhi sullo stesso punto fisso. Sono anche conosciuti come esercizi vicino al punto di convergenza.

Inizia tenendo una matita alla distanza di un braccio, puntando lontano da te. Concentra lo sguardo sulla gomma o su una lettera o un numero sul lato. Sposta lentamente la matita verso il ponte del naso. Tienilo a fuoco il più a lungo possibile, ma fermati quando la vista diventa sfocata.

Stringa Brock

L’optometrista svizzero Frederick Brock ha sviluppato questo esercizio per migliorare la coordinazione oculare. Avrai bisogno di una corda lunga circa 5 piedi con tre perline colorate diverse.

Fissare un’estremità della corda a un punto fermo come un corrimano o lo schienale di una sedia. Distanzia le perline a distanze uguali. Tieni l’altra estremità del filo ben aderente al naso.

Dovresti vedere uno schema coerente mentre sposti la tua attenzione da un tallone all’altro. Il tallone che stai guardando apparirà da solo all’intersezione di due corde identiche con il doppio delle altre perline, formando una X. I tuoi occhi non sono correttamente focalizzati sul tallone se vedi le corde che si incrociano davanti al tallone o in retro del tallone. Assicurati di poter ottenere la X su tutte le perline (tranne quella all’estremità, che avrà solo le due corde che escono verso di te in una V).

Riposizionare le perline lungo lo spago e continuare l’esercizio.

Carte barile

Questo è un esercizio utile per l’esotropia. Disegna tre barili di dimensione progressiva in rosso nel senso della lunghezza su un lato di una carta. Fai la stessa cosa in verde sull’altro lato.

Tieni la carta longitudinalmente e verticalmente contro il naso in modo che il barile più grande sia il più lontano. Guarda il barilotto più lontano finché non diventa un’immagine con entrambi i colori e le altre due immagini del barile sono raddoppiate.

Mantieni lo sguardo per circa cinque secondi. Quindi ripetere con le immagini del barilotto medio e più piccolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here