Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 14 cose che i medici vogliono davvero che tu sappia sulla malattia...

14 cose che i medici vogliono davvero che tu sappia sulla malattia di Crohn

0
4

La malattia di Crohn potrebbe non essere così conosciuta come il cancro o le malattie cardiache, ma può consumare la vita di una persona altrettanto, se non di più. Il Crohn è una malattia infiammatoria cronica del tratto gastrointestinale (GI). Il più delle volte colpisce il grande e il piccolo intestino, sebbene possa devastare qualsiasi parte del tratto gastrointestinale.

Ecco 14 cose che i medici vogliono che tu sappia su questa malattia.

1. Ci sono fasi di flare e remissione

La maggior parte delle persone con malattia di Crohn attraversa riacutizzazioni e remissioni. I sintomi legati all’infiammazione gastrointestinale sono peggiori durante la riacutizzazione di Crohn. Durante una fase di remissione, i malati di Crohn si sentono abbastanza normali.

I sintomi comuni della riacutizzazione di un Crohn includono:

  • dolore addominale (che in genere peggiora dopo i pasti)
  • diarrea
  • movimenti intestinali dolorosi
  • sangue nelle feci
  • perdita di peso
  • anemia
  • fatica

La malattia di Crohn può manifestarsi anche in altri modi, come dolori articolari, infiammazioni agli occhi e lesioni cutanee, afferma Aline Charabaty, MD, direttrice del Center for Inflammatory Bowel Diseases presso MedStar Georgetown University Hospital.

2. Ogni anno vengono diagnosticate più persone

Secondo la Crohn’s & Colitis Foundation of America (CCFA), a più di 700.000 americani è stata diagnosticata la malattia di Crohn. Quel numero continua a crescere.

Le malattie immuno-mediate in generale, comprese le malattie infiammatorie intestinali e il morbo di Crohn, sono aumentate negli ultimi anni, afferma Charabaty. Questo aumento si osserva principalmente nei paesi industrializzati.

Uomini e donne sono ugualmente colpiti ei sintomi della malattia possono iniziare a qualsiasi età. Tuttavia, si manifesta più spesso negli adolescenti e nei giovani adulti di età compresa tra 15 e 35 anni.

3. Nessuno sa esattamente cosa causa il Crohn

Le cause specifiche della malattia di Crohn non sono chiare. La maggior parte dei ricercatori ritiene che sia il risultato di una combinazione di fattori. Questi fattori includono l’interazione di tre cose:

  • fattori genetici o ereditari
  • fattori scatenanti ambientali, come farmaci, inquinamento, uso eccessivo di antibiotici, dieta e infezioni
  • un sistema immunitario ribelle che inizia ad attaccare il proprio tessuto gastrointestinale

Sono in corso ulteriori ricerche sulla connessione tra fattori ambientali e morbo di Crohn.

4. La storia familiare potrebbe avere un ruolo

Se hai una storia familiare di disturbi dell’intestino irritabile, potresti essere a maggior rischio di sviluppare la malattia di Crohn. La maggior parte delle persone con malattia di Crohn, tuttavia, non ha precedenti familiari. Ecco perché i ricercatori ritengono che l’ambiente possa svolgere un ruolo importante nella comprensione di questa malattia.

5. Non puoi causare il Crohn

I medici non sanno cosa causa la malattia di Crohn, ma sanno che le persone non la causano da sole, dice Matilda Hagan, MD, gastroenterologa al Mercy Medical Center di Baltimora.

6. Il fumo può peggiorare i sintomi

Potrebbe esserci una connessione tra il fumo di sigarette e il morbo di Crohn. Non solo il fumo può causare alle persone sintomi peggiori o più frequenti, ma alcuni dati suggeriscono che il fumo di sigaretta può persino aumentare le possibilità di sviluppare la malattia di Crohn.

“È stato segnalato che il fumo influisce sulla gravità complessiva della malattia, con i fumatori che hanno un tasso di recidiva superiore del 34% rispetto ai non fumatori”, afferma Akram Alashari, MD, chirurgo e medico di terapia intensiva presso l’Università della Florida.

7. Ci sono molti modi per curare la malattia di Crohn

La malattia di Crohn può presentarsi in una miriade di modi diversi. I tuoi sintomi e la frequenza delle riacutizzazioni potrebbero essere diversi da quelli di un’altra persona con la malattia. Per questo motivo, i trattamenti sono adattati ai sintomi e alla gravità particolari di un dato individuo in un dato momento.

Ci sono molte terapie mediche disponibili per curare la malattia di Crohn. Le terapie includono immunosoppressori, steroidi e farmaci biologici.

attuale ricerca sta esaminando nuove opzioni di trattamento. Questi includono la manipolazione dei batteri intestinali con antibiotici, probiotici, prebiotici e dieta. Sono allo studio anche trapianti di microbiota fecale. Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare l’efficacia del trattamento del Crohn. Studi preliminari hanno mostrato risultati promettenti per la colite ulcerosa, un’altra malattia infiammatoria intestinale.

La maggior parte dei trattamenti ha lo scopo di controllare le diverse parti del sistema immunitario che portano a un aumento dell’infiammazione e dei sintomi debilitanti, afferma William Katkov, MD, gastroenterologo presso il Providence Saint John’s Health Center di Santa Monica, in California.

8. La malattia di Crohn può aumentare il rischio di cancro gastrointestinale

Il rischio di cancro del colon-retto è più alto nelle persone con malattia di Crohn. Questo rischio aumenta più a lungo una persona ha il Crohn.

9. La chirurgia è una realtà, ma raramente una cura

Molte persone con la malattia di Crohn subiranno un intervento chirurgico ad un certo punto della loro vita. La chirurgia viene utilizzata quando i farmaci non sono sufficienti per tenere sotto controllo la malattia. La malattia e il tessuto cicatriziale possono portare a ostruzioni intestinali e altre complicazioni. La chirurgia è spesso solo una soluzione temporanea.

10. La diagnosi precoce è il miglior trattamento

Prima a qualcuno viene diagnosticato il Crohn, maggiori sono le possibilità che i medici hanno di migliorare la qualità della vita di quella persona, dice Rubin. Cerca un medico esperto nel trattamento della malattia di Crohn. Poiché la malattia e le opzioni di trattamento sono spesso complesse, ti consigliamo di lavorare con un medico con una vasta esperienza nel trattamento di persone con Crohn.

11. Il Crohn spesso non viene diagnosticato per lunghi periodi

La malattia di Crohn spesso non viene diagnosticata per lunghi periodi di tempo. Se hai dolore addominale cronico e diarrea o altri sintomi gastrointestinali persistenti e inspiegabili, dovresti parlare con il tuo medico della possibilità di avere il Crohn.

12. La malattia di Crohn può avere un enorme impatto sulla vita di una persona

La malattia di Crohn inizia spesso quando una persona è giovane e continua a influenzarla per tutta la vita. Per questo motivo, la malattia può avere un impatto anche sulla persona più forte. Non solo i sintomi possono diventare debilitanti, ma anche le persone con Crohn spesso hanno più appuntamenti, test e procedure dal medico. Tra i sintomi e gli appuntamenti regolari, la qualità della vita può essere seriamente compromessa.

La paura di correre in bagno in un dato momento, di essere intimo o di spiegare i sintomi agli amici può pervadere i pensieri quotidiani. Le uscite sociali possono essere stressanti e la tua produttività sul lavoro potrebbe risentirne.

13. Un supporto pratico può aiutare tanto quanto un abbraccio

Se qualcuno che conosci o ami ha la malattia di Crohn, il supporto emotivo è di vitale importanza. Ascolta i loro sentimenti, sii solidale e comprensivo. Anche un aiuto pratico può essere utile.

Offriti di fare la spesa, portagli un pasto cucinato in casa o dai una mano con altre faccende domestiche. Questo può aiutare a rimuovere lo stress dalla vita di una persona. Puoi anche offrirti di accompagnarti a una visita medica. A volte un orecchio in più è benvenuto e utile.

14. Il Crohn è più controllabile che mai

La diagnosi precoce e l’accesso ai giusti esperti possono rendere più facile il controllo del Crohn. Se sospetti di avere la condizione, parla con il tuo medico. Prima ottieni aiuto, prima puoi condurre una vita normale e senza dolore.

Vivere con il Crohn

Una diagnosi della malattia di Crohn è un passo importante verso il miglioramento. Una volta che tu e il tuo medico sapete con cosa avete a che fare, potete iniziare a pianificare un ciclo di trattamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here