Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 10 fatti sorprendenti sulla malattia di Alzheimer

10 fatti sorprendenti sulla malattia di Alzheimer

0
6

La forma più comune di demenza

La malattia di Alzheimer (AD) è la forma più comune di demenza. Il termine demenza viene utilizzato per definire le malattie del cervello legate alla perdita di memoria e alla diminuzione delle capacità cognitive. Altri tipi di demenza includono:

  • demenza vascolare
  • demenza con corpi di Lewy
  • demenza mista
  • morbo di Parkinson
  • malattia di Huntington

Secondo l’Alzheimer’s Association, circa cinque milioni di americani ora hanno l’AD.

Le donne hanno un rischio maggiore

Quasi il doppio delle donne ha l’AD rispetto agli uomini, secondo il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. L’AD peggiora anche più rapidamente nelle donne che negli uomini.

Il restringimento del cervello tende ad essere più grave nelle donne con AD rispetto agli uomini con la malattia. I ricercatori suggeriscono che i cambiamenti cerebrali nelle donne con AD possono essere dovuti ad altre cause.

Il tuo cuore e la tua testa sono strettamente correlati

Le malattie cardiache possono aumentare il rischio di contrarre l’AD. Altre condizioni che causano malattie cardiache sono anche legate a un rischio maggiore di contrarre l’AD, tra cui:

  • alta pressione sanguigna
  • colesterolo alto
  • diabete
  • dieta povera
  • stile di vita non attivo

Le malattie cardiache possono anche essere una causa di demenza vascolare, che deriva dal restringimento dei vasi sanguigni nel cervello. Ciò porta a una diminuzione dell’ossigeno nei tessuti cerebrali.

L’istruzione può ridurre il rischio

Secondo il National Institute on Aging (NIA), maggiore è l’istruzione che hai, minore è il rischio di contrarre l’AD. Hai minori probabilità di contrarre l’AD se mantieni il cervello attivo in età avanzata svolgendo attività come:

  • prendere lezioni
  • imparando le lingue
  • suonare strumenti musicali

Anche svolgere attività di gruppo o interagire con gli altri può ridurre il rischio.

L’AD è una delle principali cause di morte

L’Alzheimer’s Association afferma che l’AD è la sesta causa di morte negli Stati Uniti. Circa un anziano su tre muore di Alzheimer o di un’altra forma di demenza.

Nel 2010, il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ha riferito che l’AD ha causato più di 84.000 vittime negli Stati Uniti. Solo malattie cardiache, cancro, alcune malattie respiratorie, ictus e incidenti hanno causato più morti dell’AD.

Unico tra le cause di morte

L’Alzheimer’s Association afferma inoltre che l’AD è l’unica delle 10 principali cause di morte negli Stati Uniti senza alcun metodo per prevenirla, curarla o rallentarla.

La ricerca su un vaccino continua. Ma finora non ci sono modi sicuri per prevenire lo sviluppo di AD. Tuttavia, i farmaci possono aiutare ad alleviare alcuni sintomi.

La malattia di Alzheimer è costosa

Con una stima di cinque milioni di americani che hanno l’AD, il costo per il trattamento della malattia continua ad aumentare. Nel 2016 quella cifra ha raggiunto circa $ 236 miliardi, secondo l’Alzheimer’s Association.

Il numero di americani con la malattia dovrebbe aumentare negli anni a venire. Si stima che l’AD potrebbe costare agli Stati Uniti più di mille miliardi di dollari entro il 2050.

Scoperto nel secolo scorso

Un medico tedesco di nome Alois Alzheimer osservò per la prima volta l’AD nel 1906. Descrisse un paziente noto come Auguste D. che aveva perdita di memoria e altri problemi di pensiero.

Dopo la morte del paziente, il dottor Alzheimer ha notato che parti del cervello del paziente erano rimpicciolite. Uno psichiatra che ha lavorato con il dottor Alzheimer ha chiamato la condizione nel 1910.

Collegato a una perdita dell’olfatto

Una persona con AD può perdere il senso dell’olfatto, secondo il National Institutes of Health (NIH). Diversi studi, tra cui uno in Giornale delle scienze neurologiche, suggeriscono che i cambiamenti nel senso dell’olfatto possono essere un segno precoce di AD.

È importante notare che i cambiamenti nella tua capacità di annusare possono anche essere dovuti ad altre cause come:

  • morbo di Parkinson
  • danno cerebrale
  • sinusite

L’aspettativa di vita varia

Il tempo necessario affinché l’AD progredisca varia da persona a persona, quindi è difficile prevedere per quanto tempo vivrà qualcuno con la condizione. Il National Institute on Aging (NIA) riferisce che gli anziani di solito vivono da tre a quattro anni con l’AD. Gli adulti più giovani che contraggono la malattia possono convivere con la condizione per 10 anni o più.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here