Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 10 delle più comuni complicanze della chirurgia plastica

10 delle più comuni complicanze della chirurgia plastica

0
3

Panoramica

Nel 2017, gli americani hanno speso più di 6,5 miliardi di dollari in chirurgia estetica. Dall’aumento del seno alla chirurgia delle palpebre, le procedure per cambiare il nostro aspetto stanno diventando sempre più comuni. Tuttavia, questi interventi chirurgici non sono privi di rischi.

1. Ematoma

L’ematoma è una sacca di sangue che assomiglia a un grande livido doloroso. Si verifica nell’1% delle procedure di aumento del seno. È anche la complicanza più comune dopo un lifting, che si verifica in una media dell’1% dei pazienti. Si verifica più comunemente nei maschi rispetto alle femmine.

L’ematoma è un rischio in quasi tutti gli interventi chirurgici. Il trattamento a volte include operazioni aggiuntive per drenare il sangue se la raccolta di sangue è ampia o in rapida crescita. Ciò potrebbe richiedere un’altra procedura in sala operatoria e talvolta anestetico aggiuntivo.

2. Seroma

Il sieroma è una condizione che si verifica quando il siero, o fluido corporeo sterile, si accumula sotto la superficie della pelle, provocando gonfiore e talvolta dolore. Ciò può verificarsi dopo qualsiasi intervento chirurgico ed è la complicanza più comune dopo un’Addominoplastica, che si verifica nel 15-30% dei pazienti.

Poiché i sieromi possono essere infettati, vengono spesso drenati con un ago. Questo li rimuove efficacemente, anche se c’è una possibilità di recidiva.

3. Perdita di sangue

Come con qualsiasi intervento chirurgico, è prevista una certa perdita di sangue. Tuttavia, una perdita di sangue incontrollata può portare a un calo della pressione sanguigna con esiti potenzialmente mortali.

La perdita di sangue può avvenire mentre si è sul tavolo operatorio, ma anche internamente, dopo l’intervento chirurgico.

4. Infezione

Sebbene l’assistenza postoperatoria includa passaggi per ridurre il rischio di infezione, rimane una delle complicanze più comuni della chirurgia plastica.

Ad esempio, le infezioni si verificano in 1,1-2,5 percento delle persone che subiscono l’aumento del seno.

La cellulite infezione della pelle può verificarsi dopo l’intervento chirurgico. In alcuni casi, le infezioni possono essere interne e gravi, richiedendo antibiotici per via endovenosa (IV).

5. Danni ai nervi

Il potenziale di danno ai nervi è presente in molti diversi tipi di procedure chirurgiche. Intorpidimento e formicolio sono comuni dopo la chirurgia plastica e possono essere segni di danni ai nervi. Molto spesso il danno ai nervi è temporaneo, ma in alcuni casi può essere permanente.

La maggior parte delle donne sperimenta un cambiamento nella sensibilità dopo l’intervento chirurgico di aumento del seno e il 15% sperimenta cambiamenti permanenti nella sensazione del capezzolo.

6. Trombosi venosa profonda ed embolia polmonare

La trombosi venosa profonda (TVP) è una condizione in cui si formano coaguli di sangue nelle vene profonde, di solito nella gamba. Quando questi coaguli si staccano e raggiungono i polmoni, si parla di embolia polmonare (EP).

Queste complicanze sono relativamente rare e colpiscono solo lo 0,09% di tutti i pazienti sottoposti a chirurgia plastica. Tuttavia, questi coaguli possono essere fatali.

Le procedure di addominoplastica hanno un tasso leggermente più alto di TVP e EP, che colpisce poco meno dell’1% dei pazienti. Il rischio di coaguli è 5 volte maggiore per le persone che hanno più procedure rispetto alle persone che hanno una sola procedura.

7. Danno d’organo

La liposuzione può essere traumatica per gli organi interni.

Quando la sonda chirurgica entra in contatto con gli organi interni possono verificarsi perforazioni o punture viscerali. La riparazione di queste lesioni può richiedere un intervento chirurgico aggiuntivo.

Le perforazioni possono anche essere fatali.

8. Cicatrici

La chirurgia provoca in genere alcune cicatrici. Poiché la chirurgia estetica cerca di migliorare il tuo aspetto, le cicatrici possono essere particolarmente preoccupanti.

La cicatrice ipertrofica, ad esempio, è una cicatrice in rilievo anormalmente rossa e spessa. Insieme a cicatrici cheloidi lisce e dure, si verifica nell’1,0-3,7% delle pieghe addominali.

9. Aspetto generale insoddisfazione

La maggior parte delle persone è soddisfatta dei propri risultati postoperatori e la ricerca suggerisce che la maggior parte delle donne è soddisfatta della chirurgia di aumento del seno. Ma la delusione per i risultati è una possibilità reale. Le persone che si sottopongono a un intervento chirurgico al seno possono sperimentare problemi di rimodellamento o asimmetria, mentre quelle che si sottopongono a interventi chirurgici al viso potrebbero semplicemente non apprezzare il risultato.

10. Complicazioni di anestesia

L’anestesia è l’uso di farmaci per farti perdere conoscenza. Consente ai pazienti di sottoporsi a un intervento chirurgico senza sentire la procedura.

L’anestesia generale a volte può portare a complicazioni. Questi includono infezioni polmonari, ictus, attacchi di cuore e morte. La consapevolezza dell’anestesia, o il risveglio nel mezzo di un intervento chirurgico, è molto raro ma anche possibile.

I rischi dell’anestesia più comuni includono:

  • tremante
  • nausea e vomito
  • svegliarsi confuso e disorientato

Il cibo da asporto

Nel complesso, le complicanze della chirurgia plastica sono rare. Secondo una revisione del 2018 di oltre 25.000 casi, le complicazioni si verificano in meno dell’1% degli interventi chirurgici ambulatoriali.

Come con la maggior parte degli interventi chirurgici, le complicanze della chirurgia plastica sono più comuni in alcune persone. Ad esempio, i fumatori, gli anziani e le persone obese sono più inclini alle complicazioni.

Puoi ridurre il rischio di effetti collaterali indesiderati esaminando completamente il tuo medico e le loro credenziali. Dovresti anche indagare sulla struttura in cui si svolgerà l’intervento.

Informarti sulla procedura e sui possibili rischi e discutere le tue preoccupazioni con il tuo medico ti aiuterà anche a gestire le tue aspettative e ridurre il rischio di complicazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here